Kevin Owens

Kevin Owens è nato a Saint-Jean-sur-Richelieu, nel Québec (Canada), il 7 maggio 1984. Vero nome Kevin Steen, con quest'ultimo ha combattuto in Combat Zone Wrestling (CZW), Pro Wrestling Guerrilla (PWG) e Ring of Honor (ROH). Già in questi anni ebbe modo di lavorare insieme al futuro Sami Zayn, con cui costruì un'amicizia e rivalità eterna che ne avrebbe profondamente caratterizzato anche la carriera in WWE.

Folgorato dal wrestling in giovanissima età, disputò il suo primo match nel giorno in cui compì 16 anni. In grado di laurearsi World Champion sia in PWG che in ROH (e Tag Team Champion in entrambe sempre con El Generico, ossia colui oggi noto come Sami Zayn), entrò in orbita WWE nel 2014 partendo da NXT. Qui, assunto il nome di Kevin Owens, si laureò campione del territorio di sviluppo l'11 febbraio 2015 proprio a danno del "solito" Zayn. Avrebbe ben presto onorato quella cintura.

Da NXT Champion, infatti, si presentò a Raw il 18 maggio 2015 per rispondere a una Open Challenge di John Cena che all'epoca deteneva il titolo di United States Champion. A dimostrare la propria superiorità, peraltro, calpestò la cintura del rivale elevando invece la propria. Tra i due seguirono tre stupendi match in ppv (a Elimination Chamber, Money in the Bank e Battleground) in cui il canadese lottò ad armi pari con il blasonatissimo bostoniano.

Subito affermatosi come un big del brand di Raw, Kevin Owens vinse la sua prima cintura del main roster a Night of Champions 2015: battendo Ryback, si laureò infatti campione intercontinentale. Ancora oltre andò il 29 agosto 2016 a Raw: sfruttando il tradimento di Triple H ai danni di Seth Rollins, infatti, prevalse in un Fatal 4-Way Elimination Match dando vita al primo vero regno di un Universal Champion dopo quello precocemente interrotto da Finn Bálor a causa del suo infortunio. Costantemente sostenuto dal "migliore amico" Chris Jericho, perse il titolo solo a Fastlane 2017 a vantaggio di Goldberg.

Già a WrestleMania 33 conquistò ai danni proprio di Chris Jericho l'unica cintura da lottatore singolo che gli mancava: quella di United States Champion. Nel corso dello stesso anno si ritrovò a SmackDown al fianco dell'eterno Sami Zayn, che in questo caso si alleò a lui nel suo primo turn heel nel main roster WWE. Insieme i due sfidarono Commissioner e General Manager, rispettivamente Shane McMahon e Daniel Bryan, in una faida che rappresentò il ritorno in azione di quest'ultimo dopo circa due anni di inattività.

Eternamente heel (visse un brevissimo turn face nel 2019 a sostegno del New Day, rivelatosi però con il tempo fasullo), divenne finalmente buono nel corso dello stesso anno costringendo Shane McMahon a lasciare la WWE battendolo a SmackDown 20th Anniversary. Il suo passaggio a Raw determinò invece il celebre turn heel di Seth Rollins, tramutatosi in Messiah e da lui battuto a WrestleMania 36. In questi anni spesso gli capitò di sfidare anche Roman Reigns fino a collidere con la Bloodline a Survivor Series WarGames nel 2022. Qui ritrovò, da avversario, quel Sami Zayn che nei mesi successivi sarebbe tornato suo alleato fino alla vittoria dell'Undisputed WWE Tag Team Championship a WrestleMania 39. In questo modo, il 1° aprile 2023, Kevin Owens si laureò WWE Grand Slam Champion.