Stephanie Mcmahon

Stephanie Marie McMahon è nata a Hartford, in Connecticut, il 24 settembre 1976. Figlia del grande boss di WWF prima e WWE poi, Vince McMahon, ha sempre interpretato una versione di se stessa anche nelle storyline della compagnia. Che, nel corso del tempo, l'ha resa la beniamina del pubblico o una delle figure più detestate dai fan.

Stephanie McMahon ricoprì il suo primissimo ruolo in WWF appena tredicenne, quando posò per la promozione di alcuni articoli di merchandising per la compagnia. Fu Vince Russo, nel 1999, a suggerirne l'inserimento in storyline nei panni della giovanissima e ingenua figlia di Vince McMahon. Fu quindi inserita nella vicenda della Ministry of Darkness, con il cattivissimo Undertaker che la rapì a Backlash: In Your House e provò anche a sposarla.

Proprio il desiderio di prendere Stephanie McMahon in moglie, entrando così a far parte della famiglia più potente della WWF, caratterizzò tutte le sue prime storyline. Il successivo a provarci fu Test, con cui fu organizzato anche un matrimonio prima del quale Triple H rivelò di averla già sposata a Las Vegas mentre lei era sedata e incosciente. Curiosamente, nella vita reale, i due celebrarono reali nozze nel 2003 e sono sempre rimasti legatissimi da allora.

Il legame on screen tra Stephanie McMahon e Triple H si consolidò a fine 1999, quando la moglie del membro della DX effettuò il suo primo turn heel e i due diedero vita alla McMahon-Helmsley Era mentre lui era anche WWF Champion. Assunto il cognome del marito a fianco del suo, Steph si laureò anche Women's Champion il 28 marzo 2000. Si fece però notare soprattutto come dirigente, assumendo il ruolo di neo proprietaria della ECW durante la Invasion nel 2001 e di General Manager di SmackDown nel 2003 (stavolta da buona).

Dopo anni di apparizioni saltuarie, dal 2013 si fece rivedere molto più spesso come generica dirigente cattiva. Divenne un pilastro dell'Authority, a fianco di Triple H che nel frattempo era stato nominato COO della WWE. Dal 2016 divenne invece Commissioner di Raw, ancora da heel mentre il fratello Shane McMahon ricopriva lo stesso ruolo a SmackDown da face. Questa lunga fase si concluse definitivamente nel 2018, dopo essere stata attaccata da Ronda Rousey a Raw.

Da allora Stephanie McMahon si è mostrata in tv pressoché solo per promuovere i grandi eventi legati al wrestling femminile in WWE, dall'annuncio del ritorno del Women's Championship a discapito di quello delle Divas a quello della prima Royal Rumble per le atlete della compagnia, senza dimenticare il lancio nel 2018 di Evolution, primo ppv aperto alle sole donne. Intanto, dietro le quinte, era diventata via via Executive Vice President, Chief brand officer, Chairwoman e Co-CEO della WWE, prima delle sue dimissioni presentate il 10 gennaio 2023.