Wrestlemania

WrestleMania è l'evento annuale più importante che la WWE organizzi nel corso dell'anno, oltre che il pay-per-view più longevo della storia della compagnia. Definito da molti come "il Super Bowl" del mondo del wrestling, tra i suoi soprannomi spiccano anche "Grandaddy of Them All" e "Showcase of the Immortals". Si ritiene che la sua stessa esistenza abbia contribuito massicciamente alla fama non solo della federazione, ma dell'intera disciplina.

L'evento nacque nel 1985, e il 31 marzo di quell'anno si tenne la prima edizione: tutte le successive si sono tenute ogni anno verso fine marzo o entro la prima metà di aprile. L'idea di Vince McMahon era quella di fondere al wrestling importanti elementi di cultura popolare, a partire da cinema, televisione, altre discipline sportive e soprattutto musica. Non a caso il main event della prima WrestleMania vide sul ring Hulk Hogan e Mr. T affrontare e battere Roddy Piper e Paul Orndorff, con Muhammad Ali nel ruolo di arbitro speciale. Proprio l'Hulkster sarebbe diventato il mattatore dei primi anni dello show, comparendo in ognuno dei primi nove main event e vincendone sette.

Show noto per aver presentato grandi innovazioni, lanciato grandi stelle e aver visto il ritiro di celebri leggende, WrestleMania ha ospitato il primo Ladder Match televisivo della WWF (nell'edizione X), il primo Iron Man Match da 60 minuti mai organizzato dalla compagnia (nella XII), il primo Triple Threat Tag Team Ladder Match (nella 2000), il primo Money in the Bank Ladder Match (nella 21) e il primo Firefly Fun House Match (nella 36).

Da menzionare, tra i main event, il primo in cui a contendersi il titolo di WWF Champion furono quattro atleti (a WrestleMania 2000) e il primo in cui furono tre (a WrestleMania XX, in quel caso con in palio il World Heavyweight Championship). Tre furono anche gli avversari di WrestleMania XXX, con Daniel Bryan vincitore dopo che si era guadagnato tale diritto nel primo match della serata. Proprio quella edizione dello show visse la conclusione della Streak, l'iconica striscia di vittorie consecutive di Undertaker nell'evento: a fermarlo sul 21-1 fu Brock Lesnar. A WrestleMania 35, invece, per la prima volta il main event fu tutto al femminile: Becky Lynch vinse il Winner Takes All Triple Threat Match che metteva in palio sia il Raw Women's Championship che lo SmackDown Women's Championship.

Tra i lottatori che hanno disputato il loro incontro di ritiro dalla WWE a WrestleMania spiccano Ric Flair, Stone Cold Steve Austin, The Rock, Batista, Kurt Angle, Shawn Michaels e Edge. Questi ultimi due, tuttavia, hanno successivamente disputato ulteriori match in altri eventi negli anni successivi. WrestleMania 32 fissò un record di pubblico (la WWE annunciò 101.763 spettatori), mentre il primato opposto avvenne nella 36: quella edizione, tenutasi nel 2020 in piena emergenza COVID, si tenne infatti al Performance Center di Orlando senza nessuno sugli spalti.