SPOILER - Report di WWE NXT - 13/03/2019


by   |  LETTURE 1066
SPOILER - Report di WWE NXT - 13/03/2019

Ciao a tutti e ben trovati a questo nuovo episodio di NXT che ci avvicina sempre di più ad NXT TakeOver New York. Prima di procedere ci tengo a scusarmi per uno refuso decisamente rilevante nello scorso articolo. Inavvertitamente ho segnato Roderick Strong come compagno di team di Kyle O’Reilly.

Come avrete avuto sicuramente modo di verificare, in coppia con O’Reilly c’era Bobby Fish. Perdonatemi ma per più di un anno io, come ciascuno di voi, sono stato abituato a vedere Strong ed O’Reilly fare coppia fissa.

Detto ciò, buttiamoci nella mischia e vediamo cosa ci riserva la serata. Ad aprire le danze ci pensano i Moustache Mountain composti da Trent Seven e Tyler Bate, reduci dalla vittoria ottenuta contro gli Street Profits, ed i Forgotten Sons nelle persone di Steve Cutler e Wesley Blake.

Ricordiamo di come questi ultimi siano reduci della vittoria ottenuta contro il team composto da Oney Lorcan e Danny Burch. Questa è la prima semifinale del Dusty Rhodes Tag Team Classic Tournament che decreterà quale dei due team affronterà il team vincitore della seconda semifinale che sarà il main event della serata.

Il match è caratterizzato da una fase iniziale durante la quale Bate viene tenuto a bada da entrambi i membri dei Forgotten Sons che si alternano in un valzer di cambi. Bate tuttavia non molla e riesce a dare il cambio Trent che appena entrato si sbarazza facilmente sia di Cutler che di Blake con una bella combinazione di DDT e Brainbuster effettuando anche uno schienamento che gli regala solo il conto di 2.

Il periodo positivo dei Moustache Mountain finisce quasi subito in quanto i Forgotten Sons iniziano ad accanirsi sulla gamba sinistra, reduce da un pesante infortunio, del povero Trent. Dopo una fase abbastanza estenuante per il membro dei Moustasche Mountain, finalmente Bate riesce a prendersi il cambio ed a gettarsi nella mischia.

Dopo una serie di colpi Bate mette a segno anche un doppio airplain raid caricandosi sulle spalle sia Cutler che Blake. Non contento mette a segno anche una doppia hurricanrana con la quale manda fuori ring i Forgotten Sons per poi abbatterli con una shooting star press.

Dopo una fase abbastanza concitata fuori dal ring Bate mette a segno anche un volo dal paletto schiantandosi su un inerme Blake sdraiato a centro del ring per poi tentare lo schienamento che però si ferma sul conto di 2.

Siamo evidentemente alle battute finali dello scontro con entrambi i team decisamente provati. I Moustache Mountain provano a timbrare il match con la loro combo Running Clothesline e Tiger Suplex che però non ha l’esito da loro sperato.

I Forgotten Sons non ci stanno e dopo aver gettato Bate in pasto a Jaxon Ryker, si concentrano sul povero Trent mettendolo ko. Capiscono quindi che è giunto il momento di mettere la parola fine alla contesa e lo fanno eseguendo la loro mossa combinata Implant DDT e Diving Footstomp a cui segue lo schienamento definitivo.

Risultato: Vincitori per schienamento i Forgotten Sons. Considerazioni post match: scontro tutto sommato apprezzabile con entrambi i team che hanno messo in gioco tutto quello che avevano a disposizione. Ciò che è mancato di fatto ai Moustache Mountain è il terzo uomo a bordo ring che invece è stato elemento fondamentale per la vittoria dei Forgotten Sons.

Finalmente questo gruppo sembra stia ottenendo quel push che tanto mi auspicavo e che comunque meritavano. Vedremo fino a quanto durerà, considerando che chiunque vinca la seconda semifinale sarà decisamente un avversario ostico da superare.

Il secondo match della serata vede invece opposte Io Shiray e Bianca Belair. Il risultato di questo scontro decreterà ufficialmente chi tra le due affronterà Shayna Baszler in quel di TakeOver New York in un match valevole per il NXT Women’s Championship.

Ad inizio contesa è abbastanza palpabile la frustrazione di Bianca Belair che sembra non aver ancora digerito il fatto di dover combattere con Shirai per avere un match titolato che a detta sua le spetta di diritto.

La contesa si sposta immediatamente fuori dal ring dove Bianca approfitta della situazione scaraventando l’avversaria contro i gradoni d’acciaio. La EST è in pieno controllo del match. Io però prova a riprendere in mano la situazione eseguendo prima una 619 e poi uno springboard dropkick che però non sembrano essere sufficienti.

La giapponese infatti decide anche di eseguire una frankesteiner seguita da un moonsault che finisce però con lo schiantarsi sulle ginocchia di Bianca che poi ne approfitta per abbattere l’avversaria con una spear.

Sembra tutto pronto per lo schienamento da parte di Bianca quando irrompe sul ring la campionessa Shayna Baszler, che era seduta al tavolo dei commentatori in quanto parte decisamente interessata, che mette fuori combattimento prima Io e poi Bianca con la Kirifuda Clutch.

In aiuto delle due protagoniste del match sopraggiunge Kairi Sane che viene anche lei messa fuori combattimento in men che non si dica con al Kirifuda Clutch. La Shirai prova ad abbozzare un tentativo di vendetta venendo però messa fuori combattimento con un’ennesima Kirifuda Clutch.

Risultato: no contest. Considerazioni post match: direi che non ci sia alcunché di rilevante da dire su questo match, considerando quanto accaduto. Resta solo da capire cosa succederà di qui ai prossimi giorni e soprattutto chi verrà nominata come contendente numero 1 al titolo femminile in vista di NXT TakeOver New York.

Prima di arrivare al match conclusivo della serata, ci viene proposta una breve intervista di Cathy Kelley alla NXT Women’s Champion Shayna Baszler in merito a quanto da lei fatto poco prima. La campionessa risponde che quanto successo ha dimostrato che attualmente non c’è qualcuno che abbia la possibilità e le capacità per portarle via il titolo.

Di tutta risposta Cathy le comunica che, a seguito delle sue azioni, è stato deciso che ad NXT TakeOver New York lei se la dovrà vedere con Io Shirai, Kairi Sane e Bianca Belair in un Fatal 4 way match valevole per il titolo femminile.

Come si potrebbe immaginare Shayna non la prende benissimo e decide di andarsene senza rispondere. Siamo quindi giunti al main event che vede opposti il team composto da Ricochet ed Aleister Black ed i DIY composti ovviamente da Johnny Gargano ed il NXT Champion Tommaso Ciampa.

Questa è la seconda semifinale del Dusty Rhodes Tag Team Classic Tournament che decreterà chi affronterà i Forgotten Sons quali vincitori della prima semifinale disputata ad inizio serata. La fase iniziale vede coinvolti, se pur a turni, tutti i partecipanti intenti a mettere in mostra tutta la loro agilità e tecnica.

Chiaramente quello che si mette maggiormente in evidenza è Ricochet che dell’agilità ha fatto la base della sua carriera. C’è da notare piacevolmente che in Black ha trovato un ottimo alleato.

I DIY sembrano in difficoltà ma Gagrano riesce a ristabilire l’ordine con una soringboard spear. Ora insieme a Ciampa inizia un valzer di cambi durante i quali entrmabi si concentrano sul povero Ricochet costretto ad incassare un numero abbastanza elevato di colpi.

Ciampa mette in mostra tutta la sua astuzia stuzzicando un impotente Black ancora costretto fuori ring in attesa del cambio. La mattanza di Ricochet continua senza pause. Gargano tenta di mettere a segno la slingshot DDT che però viene bloccata da Ricochet che prova anche ad eseguire uno schienamento che però non va a buon fine.

Ricochet ha un guizzo che gli permette di liberarsi ed abbattere i suoi avversari eseguendo un neckbreaker su Ciampa che di conseguenza abbatte Gargano con una DDT. Finalmente è il turno di Black che appena entrato fa piazza pulita eseguendo anche il suo springboard moonsault.

Gargano tenta di reagire con la slingshot spear che viene bloccata a mezz’aria da Black con una ginocchiata. Aleister mette a segno anche un brainbuster per poi tentare lo schienamento che però si ferma solo sul conto di 2 grazie all’intervento di Ciampa.

Lo scontro procede ad una velocità inaudita. I DIY provano a capitalizzare il vantaggio che si sono costruiti sfruttando anche un Ricochet attualmente fuori servizio. Ciampa infatti abbatte Black sul apron ring con un cutter per poi passare la palla a Gargano che va a segno con la sua slingshot DDT a cui segue un tentativo di schienamento che si blocca sul conto di 2.

I DIY allora provano a chiudere la contesa con una doppia manovra di sottomissione e più precisamente la Garga-NO escape ai danni di Black ed una devastante armbar di Ciampa ai danni di Ricochet. L’ex North American Champion però riesce a liberarsi scaraventando Ciampa su Gargano e Black.

A seguito di questo scontro Gargano ruzzola fuori dal ring accasciandosi vicino alla barricata toccandosi il ginocchio sinistro. Da questo è tutto nelle mani di Ciampa che però, dopo un primo mento in cui sembrava riuscire a resistere, non può nulla contro Black e Ricochet e si vede costretto ad incassare una Black Mass prima e la 630° splash poi ed infine anche lo schienamento definitivo.

A termine del match sopraggiunge Candice LeRae in soccorso del marito infortunato che viene poi raggiunto anche da Ciampa. I 3 si dirigono mestamente verso il backstage. Questa scena mi ricorda qualcosa di già visto. Infatti Ciampa, dopo aver fissato il trofeo del Dusty Classic che ovviamente non potrà vincere, prova a scaraventare Gargano contro gli schermi dello stage.

Tuttavia Gargano riesce ad impedire che ciò accada impuntandosi proprio sulla gamba che a questo palesemente non è infortunata. A finire contro gli schermi è quindi Ciampa che poi viene anche abbattuto con un superkick.

Insomma, a distruggere i DIY questa volta è stato Johnny “wrestling” Gargano. Risultato: vittoria per schienamento di Ricochet ed Aleister Black. Considerazioni post match: incontro a dir poco pazzesco e pieno di emozioni, durante ma soprattutto dopo.

Durante grazie alle immense doti tecniche di tutti e 4 quattro gli atleti che non si sono minimamente risparmiati. Il “dopo” è legato chiaramente allo split, credo a questo punto definitivo, dei DIY. Onestamente per come si sta mettendo la carriera di Johnny Gargano, fossi stato in lui mi sarei goduto questa alleanza ancora per un po’ visto e considerato che in singolo non è riuscito a lasciare una degna impronta, perdendo addirittura alla prima difesa il NXT North American Championship.

Staremo a vedere cosa succederà tra i 2 nei prossimi giorni anche perché ad oggi non c’è ancora un nome per il contendente n. 1 al massimo alloro in casa NXT detenuto oltretutto proprio da Ciampa.

Prima di salutarvi vi ricordo anche che tra due settimane si terrà la finale del Dusty Rhodes Tag Team Classic Tournament e che i protagonisti saranno i Forgotten Sons ed il duo composto da Ricochet ed Aleister Black.

Con l’auspicio di essere stato sufficientemente esaustivo vi saluto e vi auguro una buona serata o giornata, a seconda di quando starete leggendo ma soprattutto buon wrestling a tutti.