SPOILER - Risultati di WWE NXT - 12/09/2018


by   |  LETTURE 918
SPOILER - Risultati di WWE NXT - 12/09/2018

Benvenuti a tutti a questo nuovo episodio di NXT che sia apre subito con una sorpresa, in quanto vediamo arrivare con aria furiosa niente meno che il NXT Champion Tommaso Ciampa che, senza rispondere alle domande dell’intervistatore, tira dritto verso l’arena.

Staremo a vedere cosa ci riserva la presenza del campione dopo settimane di assenza fisica sul ring negli show on-screen.

Veniamo catapultati sul ring dove assisteremo al primo match della serata che vede opposti il team composto da Oney Lorcan e Danny Burch e quello composto da Cezar Bononi ed Adrian Jaoude.

Ad aprire la contesa sono Burch e Bononi che si affrontano in una prima fase di studio interrotta da un doppio suplex eseguito da Burch e Lorcan ai danni del povero Bononi. Sembra tutto a favore del team anglo-americano quando Bononi riesce a dare il cambio a Jaoude con il quale inizia un valzer di cambi e manovre combinate che culminano con un backbreaker perpetrato da Bononi e da un big boot messo a segno da Jaoude a cui segue uno schienamento dal quale però Burch riesce ad uscire al conto di 2.

Finalmente è il turno di Lorcan che una volta entrato fa piazza pulita e mette a segno la sua ormai collaudata doppia running neckbreaker per poi restituire il cambio a Burch con il quale mette a segno la Implant DDT a cui segue lo schienamento definitivo.

Vittoria nettamente meritata dal duo composto da Lorcan e Burch che ha dimostrato ancora una volta una chimica invidiabile che pochi team possono vantare di avere.

Risuona improvvisamente una musica all’interno dell’arena e sul megaschermo compare il nome del NXT Champion Tommaso Ciampa che, cintura alla mano, si avvia baldanzoso sul ring.

Finalmente anche il campione ha una musica di ingresso della quale, a seguito di ulteriori approfondimenti, non sono riuscito a trovare ne titolo e ne artista. Tuttavia è una canzone davvero f**a. Il buon Tommaso si è presentato in borghese e microfono ci propina uno dei suoi tanto amati quanto contestati promo, iniziando col dire che la sua nuova musica di ingresso è un messaggio per tutti i tifosi che li invita a “chiudere la bocca”.

Continua poi con il negare assolutamente di aver attaccato Aleister Black e che se lui vuole mettere le mani addosso a qualcuno lo vuole fare alla luce del sole e sotto gli occhi di più persone possibili e possibilmente sul ring.

Inoltre ci ricorda che nonostante quanto venga detto dalla gente, i tanto amati Aleister Black e Johnny Gargano hanno perso mentre lui ha vinto. Prosegue poi con il dire che se lui dice di fare una cosa la fa e questo ha fatto sì che lui sia divenuto il NXT Champion e che la sua è la storia del più grande successo che NXT abbia mai visto.

Passiamo ora al secondo match della serata che vede il ritorno in azione della ex NXT Women’s Champion Shayna Baszler contro Violet Payne, che vista la sua tranquillità probabilmente non sa cosa la aspetta.

La "queen of ace" parte subito in quarta e dopo sono calcione al volto ed il suo classico pestone spezza braccio mette immediatamente a segno la Kirifuda Clutch alla quale la povera Payne non può far altro che cedere.

Sembra finito l’incubo per la Payne ma a quanro pare no perché la Baszler, dopo aver inizialmente abbandonato il ring, decide di accanirsi sulla povera atleta con ben 2 Kirifuda Clutch per poi scaraventarla fuori dal quadrato andandosene decisamente soddisfatta.

Non mi potevo aspettare di più da questo match considerando quanto la Baszler fosse furiosa, dopo aver perso il titolo, e che la sua rivale non aveva le motivazioni giuste per tenerle testa.

Ci viene proposto un piccolo segmento dove vediamo gli Heavy Machinery intenti a dire la loro in merito all’attacco subito da Aleister Black, accusando neanche troppo velatamente, il NXT Champion Tommaso Ciampa.

Lo stesso campione passa lì “per caso” e si fionda subito faccia a faccia con Otiz pretendo rispetto ed ottenendo come risposta una sfida. Prima che i due inizino a darsele di santa ragione sopraggiunge il GM William Regal che invita “gentilmente” Ciampa ad andare immediatamente nel suo ufficio.

Prima di tornare sul ring abbiano un altro intramezzo che vede coinvolti gli Undisputed ERA, i quali attaccano “verbalmente” i War Riders, che ricordiamo essere i loro prossimi sfidanti per i titoli di coppia, accusandoli di non avere il coraggio di affrontarli faccia a faccia.

Inoltre Adam Cole ci ricorda del match che si terrà settimana prossima che vedrà opposti il WWE United Kingdom Champion Pete Dunne ed il NXT North American Champion Ricochet in un match Champ vs Champ con entrambi i titoli in palio, lasciandoci intuire di sapere anche chi avrà la meglio tra i due.

Ora è il momento di tornare all’azione con il secondo ritorno sul ring che stavolta riguarda l'energumeno incazzoso che prende il nome di Lars Sullivan il quale se la vedrà con il coraggioso Raul Mendoza.

Ricordiamo di come questo match sia scaturito dall'attacco perpetrato dallo stesso Sullivan nei confronti di Mendoza nel corso dello scorso episodio. Il lottatore messicano prova subito a dettar legge con qualche manovra aerea senza però scalfire minimamente la corazza del gigante.

Lars decide di rispondere iniziando a lanciare il suo avversario da un lato all'altro del ring per poi mettere a segno un devastante braccio teso. Uno stoico Mendoza tenta una reazione con qualche altra manovra aerea con le quali questa volta riesce a mettere a dura prova il "fiato" del colosso americano.

Sullivan decide che il match è durato sin troppo e dal nulla mette a segno una pop-up powerslam seguita dalla devastante Freak Accident che gli permette di ottenere la vittoria per schienamento.

Vittoria meritata anche se ottenuta con più fatica del previsto da parte di Lars Sullivan che ha saputo capitalizzare la sua mole e la sua potenza fisica ai danni di un Raul Mendoza che comunque ha tentato fino all’ultimo di vendere cara la pelle.

Per agganciarci all’argomento trattato dagli UE, ci vengono riproposte due interviste fatte ai campioni UK e North American, con questi che non se le mandano di certo a dire convinti entrambi di essere coloro che porteranno a casa la vittoria.

Io azzardo un pronostico e prevedo un pareggio con interferenza dello stratega Adam Cole. Questa cosa poi potrebbe portare alla stipulazione di un triple threat match per il prossimo Take Over con il coinvolgimento del leader degli Undisputed ERA oltre che, ovviamente, di Pete Dunne e Ricochet.

Ora veniamo catapultati nella hole di quello che sembra un albergo, dove presumibilmente riposano gli atleti prima e dopo lo show, nella quale assistiamo ad un battibecco tra Dakota Kai e Aliyah raggiunte poi da Deonna Purrazzo in soccorso della prima e Lacey Evans in aiuto alla seconda.

Le quattro atlete se la vedranno settimana prossima in un tag team match.

Ennesimo capitolo della saga “attacco ad Aleister Black”, che questa volta assume una connotazione un po’ particolare.

Infatti ad entrare nell’ufficio di William Regal è niente meno che Kassius Ohno. Questo sembra quasi essere speranzoso di ricevere un interrogatorio che però non avviene in quanto il GM gli comunica espressamente di non aver bisogno di parlare con lui.

Ohno non la prende benissimo perché ancora una volta si sente messo da parte quasi non fosse sufficientemente importante. Ricordiamoci del monologo di settimana scorsa. Onestamente a questo punto credo fermamente che possa essere stato lui ad aver attaccato il povero Aleister Black, in modo tale da poter tornare nel “giro che conta”.

Staremo a vedere.

Eccoci giunti, finalmente, al main event che vede un terzo ritorno all’azione e questa volta è quello di Bianca Belair che avrà l’arduo compito di contenere/la follia di Nikki Cross.

Giusto per facilitare il lavoro alla Belair, il pubblico decide di intonare il coro “Nikki gonna kill you” mentre la Cross si prende gioco di lei con una serie di azioni da film comici anni 80/90 in perfetto stile "Le Comiche".

La cosa però non dura molto dato che la stessa Nikki riesce a mettere al tappeto la sua avversaria per poi tentare di soffocarla con una sleeperhold dalla quale la Belair esce con una bel backbreaker tentando anche un schienamento che si interrompe sul conto di 2.

Ora è il turno di Bianca di tentare la manovra di sottomissione con un bear hug dal quale però Nikki riesce a divincolarsi con un tentativo di roll up che però non va a buon fine. La Belair decide di mettere in mostra tutta la sua potenza fisica portando la sua avversaria sopra la propria testa con una manovra in powerlifting seguita poi da un tentativo di splash che però fallisce clamorosamente grazie alla reattività della Cross che riesce a spostarsi giusto in tempo.

La contesa si sposta ora fuori dal ring dove, dopo un primo scambio di colpi, la Belair scaraventa la sua avversaria contro i gradoni d’acciaio per poi colpirla con la sua treccia a mo’ di frusta. Bianca tenta di rientrare sul ring ma viene bloccata dalla Cross che tenta di soffocarla ancora una volta con una sleeperhold dalla quale però la Belair ne esce facendo schiantare di schiena la sua avversaria sulla rampa di accesso.

L’arbitro nel mentre continua il conteggio che arriva a 10 facendo sì che l’esito del match sia un pareggio. La Belair, che ricordiamo essere imbattuta in match 1vs1, non ci sta e decide di attaccare la Corss a match terminato arrivando anche a scaraventarla sopra il tavolo dei commentatori dal quale la stessa Cross decide poi di eseguire un crossbody con il quale mette al suolo sia la Belair che tutti i direttori di gara intervenuti per tentare di fermare le due atlete.

Sicuramente la rivalità tra queste due atlete andrà avanti ancora per un po’ anche per la Belair vorrà far valere il suo status di imbattuta. Vedremo cosa le riserverà il destino.

Con l’auspicio di essere stato il più esaustivo possibile vi auguro una buona serata o giornata a seconda di quanto starete leggendo, ma soprattutto buon wrestling a tutti.