WWE Live Torino 18.05.2018


by   |  LETTURE 769
WWE Live Torino 18.05.2018

A quattro anni esatti di distanza dall'ultima tappa torinese, la WWE è tornata a far capolino nella grande cornice del Pala Alpitour venerdì 18 maggio, ancora una volta con il roster di Raw.

Noi eravamo presenti, carichi come sempre, e questo è il nostro reportage di una serata all'insegno di wrestling e divertimento. Dopo i convenevoli iniziali con Luca Franchini e Michele Posa, JoJo e Mike Rome salutano il pubblico e tutto è pronto per l'inizio dello show.

Ecco la lista degli incontri disputati, qui riportati nel loro preciso ordine:

  • Triple Threat Tag Team Match: The Deleters of World (Bray Wyatt e Matt Hardy) sconfiggono The B Team (Bo Dallas e Curtis Axel) e Heath Slater e Rhyno mantenendo i Raw Tag Team Championships.
Tifo da stadio per i campioni di carica che trasmettono la giusta carica per iniziare la serata, ma anche il buon Rhyno se l'è cavata egregiamente con molti cori, in primis quello per la ECW.

La contesa viene chiusa in maniera molto facile da Hardy e Wyatt dopo la Kiss of Deletion, la loro patentata manovra finale combinata. Voto: 6+

  • Single Match: Cedric Alexander batte Mustafa Ali e conserva il Cruiserweight Championship.
Incontro assolutamente incredibile, soprattutto pensando al fatto che i due non abbiano nemmeno sparato le cartucce migliori, ma sono riusciti a raccontare ugualmente una grande storia.

Dopo molte near falls e manovre acrobatiche, il buon Cedric si porta a casa la vittoria con la Lumbar Check e si gode i meritati applausi del pubblico. Al termine dell'incontro quest'ultimo aiuta il suo avversario ad alzarsi e lo abbraccia in segno di rispetto.

Standing ovation per i due che hanno realizzato il match migliore dell'intera serata. Voto 7.5

  • Tag Team Match: Zack Ryder e Chad Gable sconfiggono Mojo Rawley e Goldust.
Match di coppia abbastanza soporifero che si risolleva solo grazie ad un vero e proprio Chad Gable Show, il quale fa sfoggio del suo repertorio tecnico e conclude la contesa con un german suplex ai danni di Goldus.

Mojo Rawley non pervenuto e Zack Ryder assolutamente sottotono, il cui apporto risulta essere pari a zero se non per i classici "Woo,Woo,Woo". Voto: 5.5

  • Single Match: Finn Bàlor sconfigge Baron Corbin
Grande tifo per il leader del Bàlor Club, sebbene anche Baron Corbin abbia la sua solida fanbase.

La prima parte della contesa viene dominata dal Lone Wolf che sbeffeggia l'irlandese facendo più volte il gesto del Too Sweet e mettendolo al tappeto svariate volte. Bàlor riesce poi a reagire e si porta a casa la vittoria con la Coup de Grace.

Bagno di folla con il pubblico a bordo ring, alcune foto di rito e via per il prossimo incontro. Voto: 6.5

  • Fatal 4-Way Match: Nia Jax sconfigge Alexa Bliss, Bayely e Sasha Banks mantenendo il Raw Women's Championship
Tutte e quattro ricevono una buona accoglienza dal pubblico ma, non appena ha inizio l'incontro, i cori più grandi sono per Bayley e Sasha.

Alexa tenta di convincere queste due ad un'improbabile alleanza ai danni di Nia Jax, ma viene ovviamente lasciata sola al suo destino. A portarsi a casa la vittoria è proprio la campionessa in carica con un Samoan Drop ai danni di Alexa.

Si poteva fare molto di più. Voto 6.

  • Single Match: Seth Rollins sconfigge Jinder Mahal (con Sunil Singh) mantentendo l'Intercontinental Championship
Pop clamoroso per il campione in carica, assolutamente il più tifato dell'intero evento mentre Jinder viene subissato di fischi, a conferma che riesce a svolgere egregiamente il suo ruolo da heel.

Nonostante venga messo in difficoltà dall'ex WWE Champion, Seth riesce a prevalere dopo aver messo fuori gioco uno dei Singh Brothers con la classica powerbomb al paletto e schiantando Jinder al suolo con il patentato Stomp, mantenendo il titolo ben saldo attorno alla vita.

Match senza infamia e senza lode, sicuramente al di sopra della sufficienza. Voto: 6.5 A ritorno dalla pausa troviamo tutto preparato a misura per la performance musicale di Elias ed infatti JoJo ce lo presenta, tra i grandi appalusi dei presenti.

Di solito un segmento parlato non dovrebbe avere una valutazione alla stregua di un match, ma ci sentiremmo di dare un sonoro 10 soltanto per l'immane sforzo commesso da Elias nell'imparare molte frasi in italiano e ad averci intrattenuto con le sue canzoni.

La "festa" viene però interrotta dall'arrivo di Bobby Roode che gli propone di fare un duetto ed Elias accetta. Questi ultimi si lasciano andare sulle note di "Sweet Child O'Mine" dei Guns 'n Roses e, proprio quando sembra andare tutto per il verso giusto, Elias decide di attaccare Roode mettendolo al tappeto.

"The Glorious One" riesce però a reagire e chiude i conti con la patentata DDT modificata.

  • 3 vs 3 Tag Team Match: Ember Moon, Natalya e Ronda Rousey sconfiggono Ruby Riott, Liv Morgan e Mickie James.
Match alquanto bruttino che si regge i piedi solo per l'attesa del debutto assoluto di Ronda in Italia ed è infatti quest'ultima a garantire la vittoria al suo team dopo aver fatto piazza pulita delle avversarie con alcune proiezioni da judo ed aver fatto cedere Mickie James con una armbar.

Al termine dell'incontro il trio femminile sale sui paletti e si gode gli applausi del pubblico. PS: Ronda è stata fischiata al suo ingresso per aver indossato una maglietta della Juventus ma è poi rientrata nelle grazie dei fan doopo essersela tolta.

Purtroppo si notano ancora le limitazioni dell'ex campionessa UFC ma con Natalya come allenatrice c'è molta speranza di migliorare. Voto: 6 politico

  • 3 vs 3 Tag Team Match: Braun Strowman, Bobby Lashley e Roman Reigns sconfiggono Kevin Owens, Sami Zayn e Samoa Joe
Abbastanza strana la scelta di questo main event ma si sa, la WWE non è nuova a stravolgimenti di card in corso d'opera.

Purtroppo si tratta del classico incontro che segue il canovaccio buoni contro cattivi. Owens, Zayn e Joe fanno di tutto per farso odiare ma vengono ugualmente tifati da buona parte del pubblico. Tra i sei atleti coinvolti l'ovazione più grande spetta a Braun Strowman, con i fan che si esaltano anche per una sua semplice bodyslam.

Nonostante alcuni fischi, viene confermato anche questa volta l'apprezzamento dei fan italiani nei confronti di The Big Dog ed è proprio quest'ultimo a portare a casa la vittoria con una spear ben assestata ai danni di Joe.

Voto: 5.5 Al termine dell'incontro pose sul paletto e foto con i fan a bordo ring, mentre Mike Rome e Jo Jo ci ricordano che la WWE tornerà in Italia a novembre con due tappe, il 9 a Roma e il 10 a Bologna, ancora una volta con il roster di Raw.

I biglietti sono già in vendita su Ticketone. A conti fatti l'esperienza torinese è stata assolutamente gradevole e di gran lunga superiore allo show di SmackDown del 2017 dal punto di visto qualitativo. Considerando che la WWE ci ha in passato abituati a show belli ma anche mediocri, questo che vi abbiamo raccontato si colloca nel giusto mezzo, portandosi a casa un generoso 6.5, quindi piena promozione.

Ovviamente se non ci fosse stato il match tra pesi leggeri sarebbe stata tutta un'altra storia e dunque la nostra speranza è che al ritorno del roster di Raw nella terra nostrana ci possa essere un main event degno di questo nome e non il classico incontro di coppia raffazzonato.

.