Backlash 2018: le pagelle


by   |  LETTURE 1457
Backlash 2018: le pagelle

Salve cari lettori e lettrici di World Wrestling e bentornati sulle pagine di questo sito. Oggi valutiamo Backlash, primo ppv a brand uniti della WWE. Non è stato scritto benissimo a livello di storyline, ma come sarà andata a livello di bellezza dei match, scopriamolo subito senza ulteriori indugi.

  • Kickoff: Ruby Riott vs Bayley
Un match senza tanti fronzoli, un match da kickoff che a livello di storyline non ci dice nulla, porta solamente avanti la questione tra la Hugger e Sasha Banks.

La Riott, piano piano, sta trovando un posto ai livelli alti come heel, mentre a Bayley la compagnia di Stamford non sa ancora cosa far fare. Voto: 6

  • WWE Intercontinental Championship match: Seth Rollins vs The Miz
Match della serata questo tra i due.

Ovviamente il risultato era scontato, perché i due sono di roster separati, però tra i due più grandi wrestler della WWE di questo periodo c’è stata grande alchimia. Ora vediamo le nuove strade per i due: per The Miz ci sarà Money in The Bank (che difficilmente vincerà) e per il Kingslayer ci sarà Finn Bàlor, forse in versione cattivo.

Voto: 8

  • Raw Women’s Championship match: Nia Jax vs Alexa Bliss
In realtà a livello tecnico come match non è tanto male, però la cosa brutta e insensata è lo storytelling della contesa.

Una grande e grossa che fino a quel momento ha fatto fuori tutte, non può prenderle dalla più piccola wrestler femminile del roster e della compagnia. Comunque a livello di lottato non è stato male, con la Goddess che sta facendo dei miglioramenti stratosferici.

E poi scusate, una ragazza grossa come la Jax non la si può sentire che parla di bullismo come vittima, ma dovrebbe essere il contrario. Un non sense pazzesco, vi prego, se proprio dovete parlare di un argomento importante fatelo almeno con un po’ di cervello e non così senza un ragionamento dietro.

Voto: 5

  • United States Championship match: Jeff Hardy vs Randy Orton
Poteva essere un match pazzesco tra due grandi leggende del wrestling professionistico. Molto, molto noioso come match, ed insensato come storytelling.

Infatti il match vedeva Randy Orton in vantaggio rispetto all'avversario, e così Outtanowhere (sì, l’ho scritto apposta) Jeff Hardy ha connesso le sue due mosse finali e ha vinto. So che quelle due mosse sono “potenti”, ma non si può far vincere così un atleta dopo che ne ha prese cosi tante fino ad un momento fa.

Specie se il suo avversario si chiama Randy Orton. Voto: 5

  • Single match: Daniel Bryan vs Big Cass
Il ritorno di Daniel Bryan ha smosso tanto le acque dentro la compagnia, ma facendo così l’entusiasmo andrà a finire.

Il match non ha detto niente, e anche in questa contesa ha regnato il non sense generale. Infatti Big Cass fino all’inizio della contesa aveva dato del nano a Bryan, aveva detto di poter fare questo e quell’altro e poi ha ceduto alla prima sottomissione fatta dall’ex General Manager di SmackDown (che per la cronaca è durata 4 secondi).

Voto: 5

  • SmackDown Live Women’s Championship match: Carmella vs Charlotte
A livello di lottato non c’è storia tra Carmella e Charlotte, però il match non è stato male.

A volte ci vogliono questo tipo di campionesse transitorie (che sennò con sempre le stesse ci si stufa). Il suo regno è giusto e funziona, nonostante in molti dicano che la lottatrice di Staten Island non sia proprio la campionessa giusta, dopo che la figlia del Nature Boy ha sconfitto Asuka e messo fine alla sua streak.

Comunque ora vediamo cosa succederà a Carmella e The Queen, che sicuramente non finirà ora di vincere titoli su titoli. Voto: 6

  • WWE Championship match: AJ Styles vs Shinsuke Nakamura
Doveva essere un match definitivo e molto più agevole per i due lottatori, vista la stipulazione.

Il match è stato bello (anche se della stipulazione i booker si sono ricordati dopo), con pure una bella logica dietro. Questi low-blow tra i due non mancheranno mai, però alla fine è stato proprio questo ad imbruttire il match, con un senso di incompiuto e di aver visto poco.

Speriamo che il prossimo match sia più bello e più logico di questo, e che finalmente la faccenda tra i due finirà (perché prima la faida era stata divinizzata, ma poi col passare dei giorni ci ha un po’ colpito sui maroni, in senso proprio letterale).

Ora, come penso che accadrà, vediamo cosa succederà tra i due a Money in The Bank. Voto: 6

  • Tag Team match: Bobby Lashley & Braun Strowman vs Kevin Owens & Sami Zayn
Capisco Lashley che si deve riambientare, ma perché si deve così sprecare il talento degli ultimi tre? Braun Strowman potrebbe diventare così come è campione Universal (perché continuando così, senza vincere niente, perderà di credibilità), mentre i due canadesi potrebbero andare nel main event senza problemi, essendo tuttora i due heel d’eccezione di Raw.

Comunque il match a livello di lottato non è poi stato così male ma speriamo (per il cielo) che la situazione evolvaandando in avanti, nelle prossime puntate dello show rosso. Voto: 5

  • Single match: Roman Reigns vs Samoa Joe
Un match che poteva dare assolutamente di più, ed invece no.

Reigns ancora messo nel main event, con i fan sempre più in preda al malcontento e il samoano sempre più fischiato. La WWE dovrebbe pensare ad un suo passaggio al lato oscuro (ma essendo una risorsa importante per la compagnia, su questo punto ci sarebbero molti punti a sfavore, al primo posto il merchandising).

Un match statico, con troppe fasi noiose e pieno di sottomissioni, nonostante le prese statiche non siano proprio adatte ai due, soprattutto per la loro stazza. Comunque i match prima o poi finiscono, e ora vediamo cosa faranno fare ai due ora che si sono separati a livello di roster.

Voto: 5

  • PPV: molti match “sprecati” a livello di lottato e anche di logica, un po’ come il fenomenale ed il giapponese e il match tra i due samoani. Sappiamo però che dopo WrestleMania la WWE deve riprendersi (anche dopo la Greatest Royal Rumble, che avrà stancato, e non poco, i lottatori).

    Molte cose ripetute nei match come prese statiche, e la “bua” al ginocchio sia nel primo match che in quello femminile di SmackDown. Vabbè, comunque ora si avvicina Money in The Bank, e speriamo di vedere di meglio.

    Voto: 5

Anche per oggi abbiamo finito e ci vediamo per Money in The Bank, a giugno, che si svolgerà tra 5 settimane.