WWE Monday Night Raw 08/07/2024 Report (1/3) - Io sono la tua conseguenza

Un intenso faccia a faccia tra Seth Rollins e CM Punk apre ufficialmente le danze a Raw

by Cristina Cerutti
SHARE
WWE Monday Night Raw 08/07/2024 Report (1/3) - Io sono la tua conseguenza
© X / Fair Use

Ormai lo sapete, martedì vuole dire Raw qui sulle pagine di WorldWrestling! Oggi dovremo fare i conti con quello che è accaduto sabato scorso a Money in the Bank, ma anche con quello che è accaduto dopo. Intanto siamo ancora in Canada, questa volta al Canadian Tire Center di Ottawa, e si inizia subito con una delle figure chiave di quanto avvenuto a Money in the Bank: The Best in the World, CM Punk!

Accolto dalla solita ovazione a cui siamo abituati ormai da anni, Punk constata che è passato molto tempo dall'ultima volta che è stato a Ottawa... Ma una cosa non è cambiata: ha un grosso peso da togliersi dal petto anche questa volta! Ci sono molti argomenti da trattare, ma la prima cosa che vuole fare è rendere omaggio a qualcuno con cui ha condiviso molte ore sul ring e col quale ha avuto molto da dire, arrivando anche ad insulti pesanti. Si tratta di John Cena, che sabato a Money in the Bank ha annunciato il suo ritiro. Punk dice che non sa che cosa gli riserverà il futuro, ma gli piacerebbe molto se almeno una volta lo porterà ancora una volta sul ring con lui prima che si ritiri definitivamente. Ringrazia John Cena e giunge alla conclusione che non va bene parlare di chi non è presente... E c'è qualcun altro che non è presente questa sera, il suo nome è Drew McIntyre. Una parte di lui avrebbe voluto controllare sotto il ring che non gli stesse tendendo un'imboscata, ma l'altra parte di lui è ben consapevole del fatto che il corpo da un milione di dollari con il cervello da dieci centesimi si è fatto sospendere.

Il Best in the World mette in chiaro che lui è tornato per mettere le mani su Drew McIntyre, per mesi ha cercato di dargli una lezione e questa semplice lezione è che a delle azioni corrispondono delle conseguenze. Quindi Drew non dovrebbe essere sorpreso: quando si sceglie di fare una guerra con CM Punk non ci si deve stupire se si resta campioni a WrestleMania per 5 minuti e 46 secondi perché esistono le conseguenze delle proprie azioni. La sera successiva, sempre a Philadelphia, Drew ci è cascato ancora una volta: ha perso la possibilità di diventare il number one contender sempre a causa delle sue azioni. CM Punk è la conseguenza di ogni azione di Drew McIntyre: lo è stato nelle occasioni appena citate, lo è stato a Glasgow e lo è stato a Money in the Bank, dove McIntyre ha fatto ancora una volta una promessa al mondo: non solo vincere la valigetta, ma anche incassarla con successo.

Beh, anche CM Punk ha fatto una promessa: finché ci sarà aria nei suoi polmoni lui sarà la conseguenza delle azioni di Drew McIntyre e lo scozzese non sarà più campione. Promessa mantenuta. E se qualcuno pensa che quello che ha fatto a Money in the Bank fosse già abbastanza brutto deve sapere che quello non era altro che la punta dell'iceberg. Punk è stato multato per 25000 dollari per le sue azioni, ma li ritiene soldi ben spesi. McIntyre invece non solo è stato multato il doppio della cifra, ma il leone da tastiera scozzese è anche stato sospeso. Ma CM Punk sorprende ancora una volta e chiede che Drew McIntyre venga reintegrato. Perché c'è una sola cosa che la gente vuole vedere, ovvero CM Punk che mette le mani su Drew McIntyre. E non gli interessa se sarà in un match o meno: può essere su un ring, oppure in un parcheggio, o in qualsiasi posto: lo massacrerà ovunque. Dunque invita Adam Pearce a raggiungerlo e ancora una volta pretende che revochi la sospensione dello scozzese.

Qualcuno effettivamente arriva, ma non si tratta di Adam Pearce: è Seth Freakin' Rollins! Anche lui ha il dente avvelenato con quello che definisce “signor centro dell'attenzione” e vuole mettere le cose in chiaro: visto che ama stare sotto i riflettori, perché non lo raggiunge sul ring? Ha forse paura di essere preso a calci nel sedere? Punk risponde dicendo di non essere sicuro che tutti i presenti ricordino l'ultima volta che loro due sono stati faccia a faccia su un ring. E ricorda anche che durante quell'ultima volta lo aveva avvertito: non gli avrebbe mai più permesso di parlargli in modo così irrispettoso. Quindi lo invita a fare attenzione a quello che dice.

Rollins dice (non senza una certa ironia) che non oserebbe mai mancare di rispetto il Best in the World, lui è qui solo per capire perché davvero pensa che lui possa aiutarlo in questo: Punk parla di azioni che hanno delle conseguenze, ma perché questo concetto si applica a tutti meno che a Punk stesso? Arriva a capire quello che è successo sabato solo fino ad un certo punto: l'arbitro ha commesso un errore, succede in tutti gli sport; Drew McIntyre ha incassato il contratto vinto nel Ladder Match, cosa che aveva tutto il diritto di fare... Quello che non riesce a capire è perché CM Punk abbia deciso di fare l'unica cosa che lui stesso gli aveva raccomandato di non fare, ovvero ficcare il naso nei suoi affari. Punk sembra non capire, e Seth gli fa presente che il World Heavyweight Champion è affar suo.

The Voice of the Voiceless specifica che non ha ficcato il naso negli affari di Rollins, ma ha gestito i propri. Rollins, contrariato, prende ironicamente atto del fatto che tutto ruoti intorno a lui. Punk spiega poi che questo per lui è un fatto personale e gli piace pensare che Rollins, in quanto marito e padre, possa capirlo. Punk prosegue dicendo che non sta cercando di mancare di rispetto a Seth, ma c'è un uomo che corre in lungo e in largo con addosso il suo braccialetto, quello che ha su i nomi di sua moglie e del suo cane. Questo per Seth potrebbe anche non significare nulla, nemmeno i 15 centesimi del prezzo al dettaglio, ma per lui conta il principio e ha intenzione di riprenderselo con gli interessi. Ribadisce di non avere nulla di personale contro Seth Rollins e ribadisce che quello che è avvenuto non era per intralciare lui, e se in qualche modo gli ha rovinato i programmi o ha mandato a monte i suoi sogni più o meno irrealizzabili... Non lo dice chiaramente, ma sta provando a scusarsi sinceramente con lui. Rollins lo esorta ad essere chiaro, anche se sa che chiedere scusa non è il suo forte, allora Punk lo accontenta dicendo che gli dispiace e che si scusa, non voleva rovinargli nulla ed è accecato dalla rabbia in questo momento. Capisce di aver ostacolato il percorso di Rollins verso il suo obiettivo, ma anche lui ha un obiettivo quindi non può davvero essere così dispiaciuto, no? Rollins è rassegnato al fatto che Punk abbia sempre una scusa pronta, ma per Punk non sono scuse ma risposte. Rollins si corregge e dice che esiste un termine per quello che fa CM Punk: gaslighting (che noi potremmo definire con abuso, manipolazione). Probabilmente mai, mai, mai nella vita si scusa sinceramente per qualcosa perché mai nulla accade per colpa sua. Lui è quello intelligente che capisce sempre tutto, è furbo, ed è il re della propaganda. Rollins lo definisce intelligente e stupido allo stesso tempo perché ha capito la maggior parte di ogni cosa ma non ha ancora capito che il mondo non gira intorno a CM Punk. Quindi può essere un bastardo egoista quanto vuole e dove vuole, può farsi terra bruciata intorno dove vuole e lui lascerà correre perché è al di sopra di lui, e fino a sabato scorso era disposto a passar sopra a tutto. Ma se non fosse stato per Punk ora Rollins sarebbe World Heavyweight Champion e questa per lui è la cosa più importante. Sabato Seth aveva la sua occasione e Punk gliel'ha portata via, e questo è ciò che conta di più perché ora tocca a lui portargli via qualcosa. E torniamo sul discorso egoismo: Seth Rollins vede che Punk è talmente focalizzato sul suo obiettivo da non essersi preoccupato dei danni collaterali, ma non gli permetterà di fare lo stesso con il suo orgoglio. Perché potrebbe colpirlo a tradimento proprio qui e proprio ora, ma sa che il fragile corpicino di Punk al momento non è al cento per cento, ma gli promette una cosa: non appena avrà recuperato completamente Punk non farà nemmeno in tempo a pronunciare il nome di Drew McIntyre che lui lo avrà già steso. Le azioni hanno delle conseguenze.

Dopo questo inizio rovente come un Ferragosto in autostrada ci spostiamo nel backstage dove troviamo Adam Pearce intento a parlare con Dominik Mysterio. Il General Manager si scusa per non aver risposto a nessuna delle sue chiamate, ma era troppo preso dalla questione McIntyre. Dominik allora coglie l'occasione di quel faccia a faccia per dirgli che non è per niente contento di fare coppia con Liv Morgan e che non vuole farlo, ma Pearce gli rammenta che è stato coinvolto negli ultimi tre match valevoli per il titolo femminile e quindi il match si farà esattamente come previsto, che a Dom piaccia o meno. Arriva, casualmente, anche Liv Morgan. Dominik vorrebbe capire perché lei gli sta facendo questo e lei dice che vuole rimediare a quello che è successo la settimana scorsa, e aggiunge che con questo match Dominik può avere l'opportunità di dimostrare chi è il vero daddy della famiglia Mysterio. Dominik accetta con riluttanza.

PARTE DUE - PARTE TRE

Monday Night Raw Seth Rollins Cm Punk
SHARE