WWE Monday Night Raw 15/04/2024 Report (2/3) - Mille volte grazie

Le lodi di Cody Rhodes non sono ancora finite, gliene è rimasta qualcuna da fare

by Cristina Cerutti
SHARE
WWE Monday Night Raw 15/04/2024 Report (2/3) - Mille volte grazie
© Youtube WWE/Fair Use

  • DIY vs. The Creed Brothers vs. The New Day
I campioni in carica rimangono in zona per osservare da vicino chi uscirà dall'incontro come loro prossimi sfidanti. I Creed Brothers fanno valere la propria stazza sugli avversari nelle prime fasi, salvo poi subire l'esperienza del New Day prima e l'astuzia dei DIY poi.

Ma è proprio sul dominio del duo formato da Johnny Gargano e Tommaso Ciampa che vengono nuovamente fuori i Creed Brothers e travolgono chiunque: Julius, prima di chiamare in causa il suo partner per lo Stereo Brindging Northern Lights Suplex, mette a segno una serie di Suplex, e dopo l'azione in tag si avventa su Ciampa con un Back Elbow Smash.

Nonostante la propensione a guadagnarsi la shot i Creed vengono beffati da un'azione che interessa unicamente i loro avversari con i DIY che chiudono l'incontro grazie ad un Meeting in the Middle su Xavier Woods. Prima del prossimo match vediamo Jackie Redmond insieme al grande beffato di WrestleMania: Drew McIntyre.

Inizialmente McIntyre sembra anche di buon umore, ma non appena rivede il segmento riguardante CM Punk butta a terra il monitor e se ne va.

  • Candice Le Rae & Indi Hartwell vs. Ivy Nile & Maxxine Dupri
Che nelle ultime settimane qualcosa sia cambiato nel The Way è ormai sotto gli occhi di tutti, ma quello che non è ancora del tutto chiaro è come si ponga Indi Hartwell rispetto a questo cambiamento: a volte sembra incredula, altre volte più propensa ad abbracciare questo passaggio al lato oscuro.

È proprio Indi Hartwell ad aprire l'incontro contro Ivy Nile, con quest'ultima che si avvantaggia subito nella fase primaria del match. La reazione di Indi Hartwell non tarda ad arrivare e si concretizza in un Sunset Flip ed ottiene un conto di due.

Nyle riesce a rimettersi in carreggiata e si libera dalla presa dell'avversaria con uno Step Up Enziguiri che le permette di ottenere il tag da Maxxine Dupri che prosegue nella cementificazione del vantaggio inchiodando l'avversaria con una Crossbody.

Si ritaglia anche la soddisfazione di andare a sferrare un calcio allo stomaco a Candice LeRae, che proprio su di lei ha compiuto il suo turn heel, e le due si affrontano verbalmente fino a quando Candice ottiene il tag e le due possono darsi battaglia nel modo più consono al contesto.

A risolvere la situazione, però, ci deve pensare Indi Hartwell che imbastisce un'ottima chiusura distraendo l'arbitro mentre il team avversario si dà il cambio e gli impedisce così di vederlo. Prima di essere costretta a lasciare il ring stende Maxxine Dupri con un Big Boot e trascina Candice LeRae su di lei per ottenere il pin vincente.

Facciamo un giro nella clubhouse del Judgment Day. Dominik questa sera sarà impegnato in un match contro Andrade El Idolo e dovrà dimostrargli che non si scherza con il Judgment Day, mentre Finn Balor è seccato dal fatto che dovrà affrontare Jey Uso invece di tornare in pista per i titoli di coppia.

Il nuovo World Heavyweight Champion Damian Priest non è però dello stesso avviso: Jey Uso sarà il suo sfidante in quel di Backlash, e ha bisogno che Balor gli dia una lezione. Rimaniamo nel backstage dove Jackie Redmond si accinge ad intervistare Chad Gable in merito alla grande occasione di questa sera, quella che Sami Zayn ha voluto riconoscergli la settimana scorsa, e gli domanda che cosa rappresenterebbe per lui vincere quel titolo.

Gable risponde dicendo che per lui significherebbe tutto: sarebbe una conferma, un tributo ai suoi dieci anni in federazione e alla sua carriera in generale. Potrebbe finalmente dimostrare a sé stesso e a tutti quanto vale.

Il suo umore è altissimo, ed è convinto che sarà un'ottima serata per lui. Jackie rilancia dicendogli che si troverà davanti ad un pubblico non propriamente a suo favore. Ci troviamo pur sempre a Montreal, in Canada, ovvero la patria di Sami Zayn, e domanda dunque a Gable come si sia preparato.

Gable, per risposta, ricorda quando è entrato nella squadra olimpica e il modo in cui si sentisse uno fra tanti per poi affermare che adesso non è più così: sa quanto vale, sa quali sono le debolezze del suo avversario perché lui stesso gliele ha mostrate nelle sessioni di allenamento fatte insieme nelle due settimane precedenti, e Zayn può star certo che questa sera lui le porterà alla luce tutte quante.

  • Andrade El Idolo vs. Dominik Mysterio
In questi ultimi appuntamenti che precedono il draft è tutto un andirivieni di lottatori di SmackDown a Raw, di Raw a SmackDown, e la confusione è davvero tanta. Ma a noi non importa e ci proiettiamo su questo incontro che affonda le sue radici a SmackDown, dove Andrade ha voltato le spalle a Dominik appena prima di WrestleMania e si è schierato con Rey Mysterio.

Inutile dire che è proprio Andrade a consolidarsi in attacco, facendo leva anche sulla sua maggiore esperienza. E se Dominik riesce a rendersi poco incisivo, dove non arriva lui arriva JD McDonagh con le sue manovre di distrazione.

Tuttavia nulla si rivela realmente efficace contro Andrade, che archivia abbastanza agevolmente la questione andando a segno con un The Message e lo schienamento decisivo. Dopo l'incontro Andrade viene preso d'assalto dai suoi avversari, ma dal backstage arriva Ricochet a dargli manforte.

Viene mostrato un video riassuntivo di quanto accaduto venerdì scorso a SmackDown con Solo Sikoa e il debutto di Tama Tonga, che ha esordito attaccando Jimmy Uso. Jackie Redmond, a tal proposito, chiede a Jey Uso un parere su quello che è accaduto e che sta accadendo dall'altra parte della staccionata.

Main Event Jey Uso cerca di liquidare la cosa dicendo che la Bloodline sta percorrendo una strada infima, oscura e pericolosa aggiungendo membri a caso di cui non sono nemmeno a conoscenza. E per quanto riguarda il suo fratello gemello dice di avergli detto di lasciar perdere tutto e andare con lui.

Taglia poi corto dicendo che vuole e deve concentrarsi solo su Finn Balor, dal momento che questa sera i due avranno un match.

  • Kayden Carter & Katana Chance vs. Chelsea Green & Piper Niven
La rientrante Piper Niven non ha alcuna difficoltà a dominare le sue avversarie e a rendere le cose abbastanza agevoli per la sua tag partner.

Tuttavia la signora Cardona non è molto abile a mantenere il vantaggio conquistato dalla sua partner e si ritrova spesso in difficoltà. Spetta infatti a lei, pur non essendo la donna legale, rimettere a posto le cose con un Diving Crossbody Splash su Kayden Carter che consegna a Chelsea Green il solo compito di andare in copertura per lo schienamento finale.

Cathy Kelley, nel backstage, domanda a Liv Morgan se l'annuncio di Rhea Ripley che rende vacante il titolo determini anche la fine del Liv Morgan Revenge Tour. Ma Liv è molto confusa dalle reazioni che vede stasera intorno a sé: si sente addosso sguardi accusatori, come se avesse fatto qualcosa di sbagliato, e ribadisce di non essere lei quella cattiva in questa situazione.

Anzi si chiede dove fossero tutti quelli che ora la guardano con biasimo e dove fosse la loro compassione quando, lo scorso anno, Rhea ha infortunato lei. Occhio per occhio, spalla per spalla: questa è la massima espressione del karma.

Ma la cosa migliore è che il Liv Morgan Revenge Tour non solo non è finito, ma è appena cominciato: la fine del Revenge Tour sarà quando diventerà di nuovo campionessa del mondo femminile.

Le note dei Downstait risuonano all'interno del Bell Center di Montreal e la folla è in piedi, urlante e festosa, pronta ad accogliere il nuovo Undisputed WWE Universal Champion: “The American Nightmare” Cody Rhodes!

(scusate, mi sono fatta prendere dall'entusiasmo per un attimo). Colui che ha finito la sua storia a Philadelphia in quel di WrestleMania XL inizia con una serie di ringraziamenti verso Adam Pearce che gli ha permesso di essere lì dal momento che, tecnicamente, lui ora dovrebbe essere una superstar di Friday Night SmackDown.

Ma nessuno ha nulla da temere: lui non andrà da nessuna parte, ci sarà sempre per il suo pubblico. Ma non si può stare sempre a crogiolarsi sull'onda di quanto avvenuto a WrestleMania, non con una sfida imminente come quella che lo vedrà protagonista a Backlash a Lione contro uno tra AJ Styles e LA Knight.

Ma a dire il vero c'è altro di cui Cody vuole parlare... O meglio, qualcun altro. Cody vuole parlare di colui che aveva promesso che sarebbe stato il suo scudo e che ha mantenuto la sua parola facendogli davvero da scudo, e ringrazia anche Seth Freakin' Rollins per essere stato un uomo di parola.

Ce n'è poi anche per The Rock (se ringrazia anche lui io quitto immediatamente), ripercorre con la memoria e le parole l'incontro di settimana scorsa soffermandosi sulla promessa del People's Champion di farlo sanguinare di nuovo.

Ma Cody non ha più molte parole melense e assicura a The Rock che se dovrà sanguinare di nuovo non sarà il solo a farlo ma trascinerà Rocky con sé. Ma se parli di The Rock non puoi non parlare di Bloodline, e dà fiato a quelli che ora sono i dubbi un po' di tutti: Tama Tonga ha detto di aver agito per ordine del Tribal Chief, ma dal momento che Roman Reigns non era presente vi sono più domande che risposte.

L'American Nightmare riserva poi la sua ultima riflessione a qualcuno che conosce meglio di chiunque altro la Bloodline: il suo amico Jey Uso, ovvero il number one contender al titolo attualmente in possesso di Damian Priest.

Questa sera Jey dovrà vedersela con Finn Balor, il che significa che il resto del Judgment Day non starà in disparte a guardare e basta... Quindi vorrebbe potergli coprire le spalle proprio come Jey ha fatto con lui.

Jey accoglie questo attestato di stima in modo scanzonato e consapevole, ma al tempo stesso con un rifiuto alla proposta di Cody. Un rifiuto che l'American Nightmare accetta di buon grado dicendo che comprende perfettamente il suo punto di vista, e quindi farà un passo indietro.

Nel backstage intanto Kathy Kelley sonda un po' il terreno riguardo l'annuncio shock fatto da Rhea Ripley in apertura e lo prende maggiormente in esame con Nia Jax che dice che al mondo esistono due tipi di persone: quelle che si preoccupano per Rhea Ripley (eccomi, buongiorno, sono in lutto) e chi vuole vederla vendicarsi.

Lei non è né l'uno né l'altro tipo: non gliene frega assolutamente niente di Rhea e di quello che le è successo. Le interessa soltanto il fatto di mettere le mani sul titolo reso vacante e che sostanzialmente nessuna è in grado di impedirglielo.

PARTE UNO - PARTE TRE

Monday Night Raw Cody Rhodes
SHARE