WWE Monday Night Raw 11/09/2023 Report (1/3) - Provami che sbaglio

Jey Uso è messo sotto esame e sembra avere buone intenzioni, ma il destino sembra accanirsi

by Cristina Cerutti
SHARE
WWE Monday Night Raw 11/09/2023 Report (1/3) - Provami che sbaglio
© Youtube WWE / Fair Use

Buongiorno a tutti e benvenuti ad un nuovo appuntamento con Monday Night Raw da Cri “Miss one thousand” Cerutti! Oggi siamo tutti testimoni di un fatto che mai, nel bene e nel male, avremmo pensato si sarebbe verificato: con queste tre ore si conclude definitivamente l'era McMahon per come la conosciamo e verremo proiettati nell'era Endeavor. Siamo a Norfolk, Virginia, e questa sera tra le altre cose vedremo un rematch tra Rhea Ripley e Raquel Rodriguez (con Dominik Mysterio bandito da bordo ring), avremo lIntercontinental Championship Celebration per il Ring General Gunther, che ha superato il precedente record di Honky Tonk Man. Inoltre ritornerà l'American Nightmare Cody Rhodes, e tanto altro.

Partiamo subito con l'ingresso di Main Event Jey Uso accolto dal tripudio dei presenti. La sua consueta presentazione infiamma la folla, dice che finalmente la Bloodline è alle sue spalle e che è felice di essere a Raw. Prima che possa aggiungere altro la musica d'ingresso di Kevin Owens lo interrompe e il Prizefighter appare sullo stage, dirigendosi poi a passo sicuro verso il ring. Osserva con attenzione Jey Uso, lo squadra anche quando entra nel ring. Jey sembra abbastanza a disagio per quella presenza (e come dargli torto, visti i trascorsi). KO prende la parola ammettendo di capire come si sente Jey Uso e di essersi trovato nella sua stessa situazione, provando poi a fare ammenda per gli errori e le mancanze... Ma nonostante questo alcune persone ancora non lo rispettano, proprio come sta accadendo a Jey: alcune persone nello spogliatoio non lo rispettano, non lo vogliono lì. Sami, in definitiva, è l'unico che lo ha accolto a braccia aperte, e per quanto riguarda sé stesso gli dice che la strada per conquistare la sua fiducia e la sua stima sarà molto lunga e dovrà dimostrargli di non essere più la persona spregevole che era con la Bloodline..

Prima che il Right Hand Man possa ribattere fanno la loro entrata Finn Balor, Damian Priest e Dominik Mysterio. Il Grand Slam Champion Finn Balor prende subito la parola per dire che non crede a quello che sta sentendo, che nessuno parla in quella maniera a Main Event Jey Uso. Ed è proprio a Jey che si rivolge chiedendogli se davvero pensa di dover dimostrare qualcosa a Kevin Owens, mentre a “Grand Slam Finn” non deve dimostrare nulla perché lui lo rispetta come tutto il Judgment Day. Tocca poi al Señor Money In The Bank, il quale attacca Kevin Owens dicendogli che non può permettersi di parlare a nome dell'intero spogliatoio, men che meno a nome della stable che domina lo show. Dice poi di capire Jey Uso che ha bisogno di tempo per schiarirsi le idee, ma gli rammenta che le porte del Judgment Day sono sempre aperte per lui e che deve solo attraversarle. Cita poi come esempio Dom, dicendo che si è rifiutato migliaia di volte di attraversare quelle porte, ma da quando l'ha fatto è completamente sbocciato a nuova vita.

Dominik cerca di parlare, ma come al solito viene subissato da versi di disapprovazione da parte del pubblico tanto da non riuscire a parlare nemmeno questa volta. Ci mette una pezza Damian Priest che ricorda a KO che lui e Sami avevano un match in programma contro di loro e si chiede dove sia Sami Zayn. Owens risponde che il suo partner non è lì ma che non si deve preoccupare: lui è lì, ed è l' per combattere e affronterà tranquillamente tutti e tre. Interviene Jey dicendogli che non si deve preoccupare: Zayn non è lì, ma lui sì. Parte quindi la proposta indecente: loro due in tag. Cosa che, solo qualche mese fa, mai avremmo pensato di poter vedere. Il Prizefighter ci pensa un po', intanto volano parole da parte del JD e KO arriva alla conclusione: FACCIAMOLO!

  • Kevin Owens & Jey Uso vs. Finn Balor & Damian Priest

la fase iniziale del match spetta a Uso e Priest, con più scambio di parole che di colpi. Quick tag per Balor che tenta di prendere il sopravvento con alcune prese a terra ma Jey, supportato anche dal pubblico (e sotto lo sguardo attento di KO) reversa. Cambio anche nelle fila dei face, lancio contro le corde, DDT del Prizefighter e conto di due. Altro tag per il Judgment Day con Priest che lavora sulla gamba debole di Owens e riceve in cambio un Enziguiri Kick. Altro tag, e Jey Uso entra direttamente con una Crossbody che gli vale un conto di uno. Serie di calci da parte di Priest, ma Jey riesce a resistere e a chiuderlo con un Samoan Drop che lo fa rotolare fuori dal quadrato. Balor cerca di irrompere, vola fuori anche lui e... Allacciate le cinture, it's time to fly! E mentre i suoi soci sono a terra, Dominik abbatte Kevin Owens.
Al rientro dalla pausa pubblicitaria KO e Finn Balor sono gli uomini legali. L'irlandese sembra avere la meglio con una Sleeper Hold, ma Owens reversa e riesce ad ottenere il cambio da Jey che è letteralmente on fire. Balor però ha ancora qualche cartuccia da sparare... Peccato che siano cartucce a salve e venga steso da una variante della Neckbreaker. Priest prova a intervenire ma viene messo fuori dai giochi anche lui. Roll up di Balor e conto di due prima di andare ko con un Superkick. Tentativo di Splash di Jey, ma Finn ci mette le ginocchia e va a vuoto. Tag da entrambe le parti, Owens si abbatte come una furia su Priest e si prepara alla Cannonball, ma il dolore al ginocchio glielo impedisce. Finalizza comunque l'offensiva e va per il pin, ma è solo due. Il canadese è dolorante, viene fermato all'angolo da Priest che poi si dà il cambio con Balor. Tentativo di Superplex... E KO rovescia con un Brainbuster!!! Sarebbe stato un tre se Priest si fosse fatto i fattacci suoi, dannazione! Ma non è ancora finita: anche Jey Uso entra sul ring, carica il Superkick per sbarazzarsi di Priest ma quest'ultimo evita... Superkick su Kevin Owens! Questa non ci voleva, ragazzi miei... Non ci voleva proprio! Ora rimangono i due uomini legali sul ring, Balor è sulla terza corda... Coup de Grace e conto di tre. Il Judgment Day la porta a casa ancora una volta... Ma che opener!
Jey non ha idea di cosa fare e cosa dire, prova a giustificarsi con Kevin Owens per quanto accaduto, ma Owens se ne va zoppicando e si guarda indietro con la tipica espressione di chi sapeva che sarebbe andata a finire così.

Dopo un video che ci ricorda che più tardi Raquel Rodriguez e Rhea Ripley torneranno ad affrontarsi, andiamo backstage a vedere il confronto tra Kevin Owens e Jey Uso. Quest'ultimo si scusa, riconosce di aver sbagliato, ma KO non vuole sentir ragioni: sapeva di avere ragione, e se ne va molto adirato.

Dopo un riassunto di quanto avvenuto settimana scorsa vediamo l'Imperium arrivare vestito a festa: come anticipato, si terranno i festeggiamenti per il nuovo record ottenuto da Gunther. Ma non abbiamo tempo per fermarci su queste cose: è ora del secondo match!

  • The Miz vs. Akira Tozawa

Il primo match tra loro ha dato luogo a qualcosa di incredibile: Akira Tozawa, dopo ben sei anni, è tornato alla vittoria. Chissà se lo vedremo arrivare addirittura a due vittorie di seguito?
Il match vede subito portarsi avanti Tozawa che, nonostante Miz risponda quasi colpo su colpo, non arretra. A furia di contrattaccare Miz si porta in vantaggio, determinato a non portare a casa l'ennesima sconfitta. Dal canto suo, il povero Tozawa non fa altro che prenderle in maniera brutale e subisce addirittura non una, non due ma tre Skull Crushing Finale che per Miz valgono (finalmente) una vittoria.

Nel backstage Raquel Rodriguez al microfono di Byron Saxton sembra determinata a sconfiggere Rhea Ripley e soprattutto a distruggere il suo alone di imbattibilità facendole assaggiare il suo stesso veleno.
Dopo di lei tocca a Shayna Baszler, ospite di Jackie Redmond: la ex campionessa NXT vorrebbe parlare della sua vittoria contro Zoey Stark, ma Chelsea Green la interrompe chiedendole di essere la sua partner dal momento che Piper Niven non è stata ritenuta idonea a combattere. Eppure Piper Niven compare alle spalle della sua partner, palesemente insoddisfatta del modo in cui la sua tag partner cerchi di sbarazzarsi di lei. Ma ora, it's celebration time!

Gunthher Celebration

Il ring è stato addobbato con due massicce colonne bianche, Giovanni Vinci e Ludwig Kaiser sono già disposti e spetta a quest'ultimo, come sempre, annunciare l'arrivo del Ring General. Gunther arriva sul ring e si pone tra loro su un piedistallo, riceve il microfono da Kaiser e sorride guardandosi intorno. Sproloquia qualcosa in tedesco che non sono in grado di tradurvi per poi dire che come tutti si aspettavano il Ring General è entrato nella storia come più grande e longevo campione Intercontinentale. Insiste su come chi è venuto prima di lui non abbia fatto assolutamente niente per rendere prestigioso quel titolo, eccetto lui che lo ha elevato nella stratosfera.
Ad interrompere quello sproloquio arriva Chad Gable e si congratula con Gunther, che lo invita a raggiungerlo nel ring e dirgli quello che ha da dire in faccia. Gable parla ancora di quanto accaduto settimana scorsa e delle differenze che li separano, e dice che la settimana scorsa non si è preoccupato di quello che poteva vedere sul suo volto: la sola cosa che gli importava erano le lacrime che rigavano le guance delle sue figlie. Questo in lui ha acceso un fuoco che nessuno più spegnere e gli ricorda che lo ha battuto una volta, e lo batterà di nuovo. Non sa quando, come e dove ma per sé stesso, per la sua famiglia e per la sua carriera Gable giura che sarà lui a vincere, e farà uscire le sue figlie con un gran sorriso sul volto. Gunther ridacchia chiedendogli per cosa vuole davvero un'opportunità, se per raccogliere un'altra clamorosa sconfitta che lo porterebbe a distruggere di nuovo il morale della sua famiglia dopo aver inflitto loro un'altra delusione. Gunther riconosce in lui un valido professionista e un buon avversario, ma ciò che vede in lui è un padre terribile e disgustoso.
A quelle parole Gable non ci vede più dalla rabbia e lo aggredisce, trovandosi a fare i conti con tutto l'Imperium. Solo l'intervento di Otis gli permette di tornare in piedi, almeno per un po'... Ma attenzione, arriva qualcuno dal backstage... È Tommaso Ciampa! Armato di sedia irrompe sul ring e mette in fuga l'Imperium, che rimane a guardare con aria sconcertata.

PARTE DUE

PARTE TRE

Monday Night Raw
SHARE