WWE SummerSlam 2023 report (2/3) - Botte da orbi chiamano botte da orbi



by MARCO ENZO VENTURINI

WWE SummerSlam 2023 report (2/3) - Botte da orbi chiamano botte da orbi

- MMA Rules Match: Ronda Rousey vs Shayna Baszler
A spiegare a noi, alla platea di Detroit e soprattutto alle due contendenti quali siano effettivamente le "regole MMA" di questo match ci pensa l'arbitro Shaun Bennett (apparentemente, negli ultimi giorni c'erano non pochi dubbi anche in WWE su questo tema). In pratica è un No Holds Barred, con l'aggiunta però che gli schienamenti non valgono. Quindi niente rope break o count out e vittoria solo per sottomissione o KO tecnico. Le due, in questo contesto, partono subito forte e sembrano pienamente a proprio agio nonostante un pubblico che non appare esattamente disposto a lasciarsi coinvolgere.

Le legnate però ci sono eccome, e spesso sono anche stiff. Un bel bollo che compare presto sulla faccia di Ronda lo dimostra. Per vincere bisogna però provare anche a sottomettere l'avversaria, e la prima a buttarsi è Shayna con una prima Kirifuda Clutch da cui la nemica svicola. L'intensità dello scontro resta comunque sempre molto alta, ed è stupendo il momento in cui la Kirifuda Clutch di Ronda viene ribaltata in una Flying Armbar, che viene ribaltata in una Ankle Lock. Brave ragazze, forse questa idea poteva essere presa anche prima... Sta di fatto che si continua così fino a quando non è l'arbitro a chiamare la fine per KO tecnico, quando Ronda Rousey non riesce più a reagire all'ennesima Kirifuda Clutch: vittoria schiacciante e senza appello per Shayna Baszler!!!

- Single Match for the WWE Intercontinental Championship: "The Ring General" Gunther (C) vs Drew McIntyre
Botte da orbi chiamano botte da orbi. Il senso della contesa è che l'intero WWE Universe si domanda e domanda ai due: "Chi picchierà più forte?". E Gunther e Drew rispondono all'unisono: "Sì", e si comincia. Il primo vantaggio è firmato McIntyre, che scaraventa l'avversario fuori dal ring. Questo però risponde sbattendolo contro i gradoni. Cominciamo benissimo.

La prima, singola chop guntheriana da menzionare arriva per interrompere una serie di pugni dello scozzese che si salva dopo essere stato sbatacchiato dai Suplex del campione. Poi ci dà che ci dà che ci dà di chop, ma l'altro non sta certo fermo a guardare. Anzi, connette una Powerbomb e una Future Shock che mettono l'austriaco in una anomala difficoltà: Gunther trova riparo fuori dal ring, poi riparte la sua offensiva. Arriva l'attesissimo momento in cui i due si choppano a vicenda, con Detroit che non regge più per l'eccitazione e l'entusiasmo. McIntyre connette anche una Claymore...MA GUNTHER RESISTE! Riesce poi a respingerlo con le cattive maniere, Diving Splash, Lariat, Powerbomb, 1, 2, 3...E VINCE! Il campione conserva la cintura. Ma che fatica che ha fatto, rispetto al solito...

Finale amaro, ma spettacolo dolcissimo

- Single Match for the World Heavyweight Championship: Seth "Freakin" Rollins (C) vs Finn Bàlor
Altro match attesissimo, e i due onorano subito il loro celebre precedente di SummerSlam 2016 indossando entrambi attire che rievocano il precedente di sette anni fa. Si iniziano peraltro a picchiare prima ancora del suono della campanella, che Rod Zapata fatica a ordinare.

Fantastico come questi due FUORICLASSE DEL RING riescano a mischiare la loro straordinaria pulizia tecnica con un sentimento di astio vero che trasmettono in ogni istante della contesa. Si inizia a fare sul serio con uno Slingblade ribaltato nella Falcon Arrow, ma Seth Rollins prova a prendersi un vantaggio anche psicologico quando LANCIA FINN SULLA BARRICATA CON UNA BUCKLEBOMB!!! COME NEL 2016!!! So che Cenghe vedrà questo match dopo la pubblicazione di questo report, ma già alla prima visione ho sentito il suo povero cuore saltare un battito (volete le prove? CLICCATE QUI). Ah, spoiler: non sarà l'unica Bucklebomb della contesa...

Dopo un Coup de Grace non a segno e un Pedigree che non basta per il conto di 3, APPARE DAMIAN PRIEST!!! Incassa? Sembra di no. La sua comparsa porta Rollins a tentare subito uno schienamento a sorpresa, ma è proprio il valigiato a interromperlo. Allora è Bàlor a provare il Pedigree...MA NON BASTA! Arrivano anche Rhea Ripley e Dominik Mysterio, Priest distrae l'arbitro e vanifica lo Stomp di Seth. Tutto pronto perché la storia si compia, Finn tenta il Coup de Grace...A SEGNO! 1, 2...E INCREDIBILMENTE ROLLINS SI SALVA ANCORA! Il Judgment Day non ne può più, Priest passa la valigetta a Bàlor e prova a distrarre l'arbitro Rod Zapata. Ma lo stratagemma non paga, visto che è il campione ad approfittarne... STOMP SULLA VALIGETTA! 1, 2, 3, Seth Rollins si conferma re di Raw e Finn Bàlor perde ancora a causa di un maldestro intervento di Damian Priest. Ma i due si sono resi protagonisti, forse, del match dell'anno. Applausi scroscianti per entrambi.

FINE SECONDA PARTE
Per la prima parte CLICCA QUI
Per la terza parte CLICCA QUI

Summerslam Drew Mcintyre Seth Rollins