WWE Raw 20/06/2022 Report (2/3) - Walk With Elias… again!



by   |  LETTURE 817

WWE Raw 20/06/2022 Report (2/3) - Walk With Elias… again!

  • La teoria di Theory smontata da Bobby Lashley

Purtroppo ci dobbiamo subire un monologo di quel vanitoso di Theory che ormai è insopportabile a livelli assurdi, che come sempre ci dice che è un prodigio, che è meglio di tutti e poi aggiunge che la prossima settimana si festeggiano i 20 anni di John Cena, ma che il suo tempo è finito mentre il suo è iniziato. 

Poi ci fa un altro show dove ci mostra il suo fisico, prima che FINALMENTE BOBBY LASHLEY GLI ARRIVI DA DIETRO MINACCIANDOLO CON LO SGUARDO e quel pirla di Theory si accorge di lui solo dopo che alza il telefono per farsi un selfie e a quel punto Bobby gli spruzza l’olio per il corpo in faccia e poi gli fa una Spear prima di raccogliere il titolo degli Stati Uniti e alzarlo al cielo dicendo che sarà suo.

Il campione torna backstage e Kevin Patrick gli chiede se vuole commentare la sfida lanciata dall’All Mighty e lui dice che non merita niente, ma che ha parlato con Adam Pearce e se Lashley sconfiggerà tre avversari stasera in un Gauntlet Match avrà la sua opportunità

  • Angelo Dawkins vs Jey Uso

Prima del match gli Usos prendono in mano il microfono dicendo che hanno tutto l’oro e che la Bloodline domina entrambi gli show e che sia loro che Roman schiacceranno i rispettivi avversari a MITB e Summerslam. Gli Street Profits arrivano ad interromperli dicendo che la cosa migliore dei soldi a MITB, è avere tutto l’oro intorno alla vita, dicendogli di godersi quei titoli finché possono.

Quando la campanella suona i due avversari che sono coinvolti nel match si attaccano e Jey poi porta fuori Angelo buttandolo oltre le barricate e al ritorno dal break i due sono di nuovo sul ring con il membro degli Street Profits che si è ripreso. Dopo qualche altro attacco reciproco, il samoano prova a fare lo Splash, ma Dawkins lo prende al volo e dopo averlo schiantato al tappeto lo schiena.

  • Il ritorno di Elias

Io ve l’avevo detto nei miei scorsi report che Elias ed Ezekiel erano due persone diverse! Comunque vediamo i due fratelli seduti insieme su un divano che parlano di dov’è stato il chitarrista che dice di aver viaggiato molto e scritto canzoni. Poi aggiunge che è fiero di suo fratello e Ezekiel gli dice che il pubblico, anche se se n’è andato si ricorda di Walk With Elias e poi parla anche di voler raggiungere l’obbiettivo di vincere la valigetta e diventare campione rendendo fieri i loro genitori.

Dopo un break vediamo Elias al centro del ring come ai vecchi tempi che suona e dice di essere felice di essere tornato davanti al pubblico e che è lì per ricordarci che WWE STA PER… WALK WITH ELIAS! Poi inizia a suonare una canzone dedicata al fratello Ezekiel, ma ovviamente Kevin Owens lo interrompe dandogli del bugiardo, dicendo che quel video non l’ha fregato, che esistono gli effetti speciali. Ma sul mega schermo spunta Ezekiel dicendogli che sono due persone diverse e che spera che ora lo abbia capito e Elias dice che non sono dei bugiardi e poi canta per KO una canzone per prenderlo in giro dice: “KO è un bugiardo”. Ovviamente il canadese si arrabbia lanciandogli via la chitarra, ma il musicista ne prende un’altra che aveva lì e dopo una ginocchiata gliela spacca sulla schiena. 

Poco dopo backstage troviamo un Kevin Owens dolorante con il giornalista Kevin Patrick che gli chiede se finalmente è convinto che siano due persone diverse, ma lui continua a dire che il video sullo schermo era pre registrato e che si è messo una barba e non gli importa se ci sono due fratelli, o tre o chi di loro si farà avanti, ma lui li sfida la prossima settimana e in quel momento si avvicina Ezekiel accettando e KO va fuori di testa non capendo più nulla.

QUI LA TERZA PARTE