WWE Raw 22/02/2021 report (2/3) - Ossessione nera



by   |  LETTURE 1215

WWE Raw 22/02/2021 report (2/3) - Ossessione nera

- Torniamo sul ring, dove ci sono Adam Pearce e Bobby Lashley in tenuta da combattimento: entra anche The Miz, rigorosamente in giacca e cravatta. Butta male. Il campione chiede ancora tempo, per poter onorare degnamente la cintura. Ma MVP gli ricorda che sta venendo meno a un accordo. Miz afferma di sapere che MVP ha ragione, ma chiede un'altra settimana.

Ma ENTRA BRAUN STROWMAN! Con i suoi consueti modi gentili, informa tutti che chi andrà per il titolo sarà lui. Sulla base di cosa non si sa, ma il Mostro che non cammina più tra le canottiere ma con una anonimissima t-shirt informa Pearce che lui e Shane McMahon non lo terranno più fuori dalla contesa, come hanno fatto a Elimination Chamber. E ARRIVA PROPRIO SHANE MCMAHON! Cosa che mi rende subito felice, tanto più che il rampollo di Vince zittisce Braun spiegandogli che non può arrivare e chiedere roba a caso. Tutto vero, peccato che ormai facciano così un po' tutti.

Comunque l'idea di andare per il titolo è pessima, meglio quella di lottare contro Lashley. Su questa Shane si dice d'accordo e fa un annuncio: Strowman affronterà Lashley STASERA, se lo batterà si unirà al match per il titolo di settimana prossima. E sarà quindi Strowman vs Lashley vs THE MIZ! La cui espressione è quella di uno che ha appena saputo la data ufficiale del suo decesso. Forse potrebbe salvarlo giusto Lashley, che attacca immediatamente Strowman alle gambe: e se tra i due colossi la scampasse il piccolo campione?

- Tornado Tag Team Match: The Hurt Business (Shelton Benjamin & Cedric Alexander) battono Lucha House Party (Lince Dorado & Gran Metalik)
Stiamo lentamente scoprendo che, sì, i Lucha House Party sono tornati ad essere effettivamente una minaccia in quel di Raw. E lo confermano in un match che si rivela non l'atteso squash, ma una contesa che i festosi messicani tirano più per le lunghe del previsto. Oddio, Shelton Benjamin maltratta a piacimento i mascherati, che però vendono cara la pelle. Dopo essersi salvati più volte dallo schienamento, poi, per poco non si portano a casa il match grazie alla combo Satellite DDT-Diving Splash di Metalik. Alexander salva Benjamin, ma i Luchadores iniziano a crederci. Male. Perché dopo aver tentato di rifarsi su Alexander subiscono il ritorno di Benjamin, che chiude con la Paydirt su Lince Dorado. Ma dopo un buon match.

- Rivediamo come Bad Bunny è diventato 24/7 Champion, e quest'ultimo entra nell'arena accompagnato da Damian Priest: comincio già a non poterne più.

- Single Match: Damian Priest vs Angel Garza
Povero Angel, com'è ridotto da quando non c'è più Zelina Vega (ma quantomeno è negli show, a differenza di Andrade)... Il messicano prova a riprendersi quel minimo di rilevanza che si era costruito un anno fa di questi tempi, e inizia alla grande provando a dominare Priest. Dura però inevitabilmente poco, e la colpa manco a dirlo è indirettamente del coniglio cattivo. Garza infatti inizia a insultare il 24/7 Champion piazzato fuori ring, ma si distrae quel tanto che basta a Priest per inchiodarlo con la Hit the Lights...1, 2, 3, Angel perde.

Arrivano subito anche alcuni pretendenti al titolo 24/7, ma Priest aiuta Bad Bunny a liberarsene. Quello che fa la figura peggiore, peraltro, è il povero Drew Gulak. Priest e Bunny esultano sul ring e sono felici. Io no.

Randy Orton: il problema non è più Bray Wyatt?

- Randy Orton prende la linea da un ring isolato nel backstage: dopo aver rivisto le immagini di Alexa Bliss che è comparsa su tutti gli schermi del ThunderDome facendogli perdere il Gauntlet Match di una settimana fa, spiega che se non fosse successo avrebbe vinto quell'incontro. Ma non l'ha fatto. E non ha vinto nemmeno la Chamber. Lui non è abituato a parlare di fallimenti, ma gli sembra di essere travolto da essi negli ultimi tempi. È distratto, ma tutte le volte che gli succede trova sempre un modo per rimediare. Lo ha fatto per esempio con The Fiend, un problema che ha risolto dandogli semplicemente fuoco! Ma se ora non riesce a focalizzarsi sul WWE Championship, il problema non è più The Fiend...È ALEXA BLISS!

Assistiamo a una breve visione di Alexa inginocchiata al centro di un cerchio con pentacolo, e risata satanica. Torniamo su Randy Orton, che trema, le gambe sembrano cedergli e è in preda a conati...FINO A CHE NON VOMITA UNA SPECIE DI SANGUE NERO!!! Randy è terrorizzato e si allontana. La situazione si fa sempre più inquietante.

- Tag Team Match: Asuka & Charlotte Flair vs Shayna Baszler & Nia Jax
Il match si tiene dopo un recap sulla gravidanza di Lacey Evans, festeggiata una settimana fa da un Ric Flair decisamente su di giri. La conseguenza è una Charlotte che affronta questa contesa in maniera torva, dando a Asuka la possibilità di iniziare il match. La giapponese subisce le iniziative delle campionesse di coppia, fino a che non riesce a dare il cambio a Charlotte, che fatica però a trovare le misure. Subisce anche una dolorosissima Powerbomb di Nia Jax, ma ne esce indenne.

Faticosamente riesce a ridare il cambio a una nel frattempo riposata e preoccupatissima Asuka, ma quando la campionessa di Raw intrappola Nia Jax in una Cross Armbar, Shayna la interrompe illegalmente. Torna sul ring Charlotte e carica il Big Boot...MA CENTRA ASUKA!!! Costernata, la Flair si fa sorprendere anche da Shayna, e questo permette a Nia Jax di chiudere con un Leg Drop su una Asuka esanime: 1, 2, 3. Le campionesse se ne vanno, Charlotte prova a scusarsi con Asuka che però è decisamente stizzita. Maretta tra le due?

FINE PRIMA PARTE
Per la prima parte CLICCA QUI
Per la terza parte CLICCA QUI