WWE NXT report - 13/01/2021 - parte II - Gargano's nightmare



by   |  LETTURE 499

WWE NXT report - 13/01/2021 - parte II - Gargano's nightmare

Ora è il turno del rappresentate dei The Way che altri non è che il NXT North American Champion Johnny Gargano impegnato con il personaggio più inquietante di del brand oro nero.

SINGLE MATCH: Johnny Gargano vs Dexter Lumis

La contesa viene dominata immediatamente da Dexter Lumis, anche grazie ad un azione poco furba di Gargano che decide di strappargli davanti alla faccia uno dei suoi disegni.

Lumis inizia quindi a mettere in scena i suoi classici atteggiamenti decisamente inquietanti che mettono in seria difficoltà il povero Gargano che fa seriamente fatica a capire come ribaltare la situazione. Il campione però approfitta di un eccesso di confidenza del suo avversario che tenta di andare a segno con una Senton Bomb, riuscendo a schivarla e quindi a prendere in mano le redini del match.

Il vantaggio di Gargano però dura poco dato che Dexter riesce a mettere a segno una spinebuster seguita da una serie di colpi e da un buuldog. Non contento Lumis va a segno con una slingshot suplex seguita da un belly to back suplex e da un leg drop per poi tentare lo schienamento che però non va a buon fine.

Dexter è pronto per mettere a segno la sua manovra finale con Gargano che però non è molto d’accordo e riesce a ribaltare la situazione a suo favore andando a segno con un crucifix pin a cui però segue solo un conto di 2.

Il campione pensa di avere ora tutto sotto controllo ma non ha fatto i conti con il caro e pazzo Lumis che invece ha ancora molto da dire tanto che riesce a respingere per ben due volte la slingshot ddt di Gargano imprigionandolo infine nella Silence Lock.

A salvare il campione ci pensa Austin Theory che costringe Dexter a mollare la presa ed a concentrarsi su di lui. Gargano approfitta quindi della situazione per eseguire un roll-up dal quale il povero Lumis non riesce a liberarsi in tempo.

Risultato: vittoria per schienamento di Johnny Gargano. Lumis decide quindi di concentrare le sue attenzioni su Austin Theory imprigionandolo nella Silence Lock. Questa volta è Gargano ad arrivare in soccorso di Theory.

Prima che la situazione per Lumis peggiori arriva in suo soccorso Kushida che si fionda direttamente sul campione imprigionandolo nella Kimura Lock. Theory cerca di andare in soccorso del campione ma finisce con l’essere imprigionato nella Silence Lock di Dexter.

Una volta lasciata la presa, Kushida prende in mano il NXT North American Championship restituendolo poi a Gargano al quale lancia un messaggio forte e chiaro, che altro non è che un avviso che il suo tempo come campione è finito.

Ora è il momento del secondo match del Dusty Rhodes Classic Tournament che vede impegnato un team misterioso i cui componenti finora non sono stati rivelati. DUSTY TAG TEAM CLASSIC: MSK vs Atlas & Scott; Con una piacevole sorpresa scopriamo che gli MSK non sono altro che Dezmond Xavier e Zachary Wenz ovvero gli ex IMPACT!

The Rascalz. La prima fase della contesa vede i due team darsi battaglia senza che uno dei due riesca a primeggiare nettamente. Lo scontro si sposta quindi a bordo ring con i 4 quattro che alla fine finiscono tutti a tappeto dopo un volo tra le corde di Xavier.

Tornati sul ring Xavier è in netto controllo con Atlas costretto a subire. Wenx ottiene quindi il cambio per poi cimentarsi un uno standing shooting star press accompagnato da Xavier a cui segue però solo un conto di 2 a causa dell’intervento di Scott.

Atlas e Scott riprendono quindi il controllo del match con Xavier che viene abbattuto con una devastante combinazione di Brainbuster, powerslam e 450° splash. L’arbitro inizia quindi il conteggio che viene interrotto sul conto di 2 da Wenz.

Lo scontro continua con gli MSK che vanno a segno con la loro manovra finale che vede Wenz sollevare Scott e Xavier andare a segno con una Blockbuster. Il conteggio arriva inesorabilmente a 3. Risultato: vittoria per gli MSK che passano al secondo turno del Dusty Rhodes Classic.

Fine seconda parte. Per la terza clicca qui.