WWE NXT report - 30/12/2020 - parte II - The war continue



by   |  LETTURE 723

WWE NXT report - 30/12/2020 - parte II - The war continue

Continua la guerra tra la Undisputed ERA ed il team capitanato da Pat McAfee.

SINGLE MATCH: Roderick Strong vs Pete Dunne

La contesa vede una prima parte di sostanziale equilibrio con i due atleti che non riescono mai a prendere il pieno il controllo del match.

Roderick però riesce ad impensierire il suo avversario andando a segno con la Strong Breaker per poi scaraventarlo fuori dal ring e colpirlo con un dropkick tra le corde facendolo finire oltre la barricata. Tornati sul ring Strong sembra avere il controllo del match arrivando a mettere a segno una faceslam seguita una running knee.

Non contento Strong insiste con una serie di elbow smash seguita da una Olympic Slam che gli regala però solo un conto di 2. I due se le danno letteralmente di santa ragione e nessuno pare aver intenzione di cedere. Dunne arriva addirittura a mettere a segno la sua solita serie di stomp seguita dalla triangle hold dalla quale però Strong riesce a liberarsi per poi tentare una manovra di sottomissione bloccata da Dunne con un’altra serie di stomp.

Il Bruiserweight decide quindi di giocarsi la sua arma dello spezza dita costringendo il suo avversario a mollare definitivamente la presa per poi abbatterlo con la Bitter End. L’arbitro non può far altro che contare fino a 3.

Risultato: vittoria per schienamento di Pete Dunne. Ci viene proposto ora un promo del NXT Champion Finn Balor nonché vincitore del Match of The Year, il quale inizia ad elogiare colui con il quale deve dividere questo onore che altri non è che Kyle O’Reilly.

Il componente della Undisputed ERA decide quindi di raggiungere il campione sul ring dove questo lo accoglie consegnandogli il trofeo per poi dirgli che questo non gli serve per ricordare il loro match dato che ha 3 chiodi nella mascella che glielo ricorderanno per tutta la vita.

Kyle tuttavia dice che in realtà questo trofeo per lui conta molto dato che di fatto è la prova di ciò che lui è in grado di fare per poi ricordare al campione che settimana prossima gli strapperà il titolo.

Il campione di contro gli dice che farà di tutto per far sì che ciò non accada. I due vengono quindi interrotti da Karrion Kross e Scarlett con questa che ricorda ai due sul ring che il NXT Championship spetta a loro e che presto se lo riprenderanno.

Ad interrompere Karrion ci pensa Damian Priest. I due iniziano una vera e propria rissa che li vede addirittura sfondare il plexiglass sopra la barricata finendo nell’area dedicata al pubblico. Non contenti i due si spostano nell’area dedicata alla strumentazione tecnica finendo con lo sfondare un tavolo.

Mentre i due sono intenti a riprendersi dalla rissa, l’inquadratura si sposta su Scarlett intenta ad osservare l’accaduto decisamente compiaciuta. Ora è il momento di un promo del NXT Cruiserweight Champion Santos Escobar che comunica che ad NXT non esiste qualcuno in grado di contrastarlo e per meglio dire di contrastare lui e i suoi due compagni di merende Joaquin Wilde e Raul Mendoza.

I 3 vengono raggiunti da Gran Metalik e Lince Dorado. In un batter d’occhio scatta una rissa tra Legado del Fantasma e Lucha house Party che sfoca in un tag team match ufficiale. TAG TEAM MATCH: Lucha House Party vs Legado del Fantasma Gran Metalik pare essere in pieno controllo della contesa arrivando a tentare lo schienamento che però non va a buon fine.

Ora è il turno di Lince che mette immediatamente a segno una hurricanerana costringendo Wilde a dare il cambio a Mendoza per potersi riprendere. Il neo entrato dopo aver evitato uno schienamento, sfrutta la manovra illegale del suo compagno che ha bloccato alle corde Lince per colpirlo con un dropkick.

Legado del Fantasma riesce a lavorare egregiamente di squadra arrivando a mettere a segno un doppio suplex seguito da un tentativo di schienamento. I Lucha House Party riescono a riprendere le redini del match mettendo a segno una avalnce hurricanerana seguita da un volo dalla terza corda di Lince che tenta lo schienamento che però non va a buon fine.

Gran Metalik riesce a mettere a segno una hurricanerana oltre la terza corda spendendo a bordo ring il buon Wilde. Nel mentre Lince va a segno con una inverted-rana per poi dare il cambio a Metalik che va a segno con uno springboard elbow drop a cui segue lo schienamento definitivo.

Risultato: vittoria per schienamento dei Lucha House Party. Fine seconda parte. Per la terza clicca qui.