WWE NXT report - 18/11/2020 - parte II - The war continues



by   |  LETTURE 609

WWE NXT report - 18/11/2020 - parte II - The war continues

Proseguiamo ora un match che vede impegnati 2 atleti dall’alto tasso tecnico. SINGLE MATCH: Kushida vs Arturo Ruas Vediamo Ruas mettere in difficoltà il suo avversario con una serie di colpi mirati alle articolazioni tra cui la Kimura.

L’atleta giapponese riesce a fatica a liberarsi per poi mettere a segno un dropkick basso seguito da un enziguri kick prima e da un altro dropkick basso poi dopo i quali tenta lo schienamento che però non va a buon fine.

La contesa prosegue con Kushida che cerca di sottomettere il suo avversario con la Kimura. Ruas cerca di ribaltare la situazione senza però riuscirci con Kushida che dal nulla si inventa uno schienamento a ponte con il conteggio dell’arbitro che arriva inesorabile fino a 3.

Risultato: vittoria per schienamento di Kushida. Ora è nuovamente il turno della quota con un match a coopie. TAG TEAM MATCH: Ember Moon&Toni Storm vs Dakota Kai&Raquel Gonzalez Vediamo la Moon andare a segno con un devastante superkick sulla Gonzalez per poi eseguire un avalance codebreaker a cui segue un tentativo di schienamento interrotto da Dakota Kai.

La contesa continua ora con Dakota e Toni come protagoniste con quest’ultima che va a segno con un german suplex seguito da un hipp attack e da un fisherman suplex a cui segue un tentativo di schienamento che però viene interrotto da Indi sul conto di 2.

Le quattro hanno quindi uno scambio di colpi al centro del ring al termine del quale si ritrovano tutte al tappeto. Lo scontro però non è ancora finito in quanto Toni riesce dal nulla a imprigionare Dakota in uno small-package che le regala lo schienamento definitivo.

Risultato: vittoria per schienamento di Ember Moon e Toni Storm. Le due non hanno il tempo per festeggiare che vengono colpite alle spalle da Candice LeRae ed Indi Hartwell che le mettono fuori combattimento prima di restituirle tra le grinfie di Dakota e Raquel con quest’ultima che abbatte entrambe con una chockeslam.

Prosegue la faida tra due atleti che nelle scorse settimane hanno attirato parecchio l’attenzione. SINGLE MATCH: Timothy Thatcher vs August Grey Vediamo Timothy cercare di imprigionare August in una legbar senza però riuscirci.

August viene quindi lanciato oltre la terza corda finendo però con l’atterrare sul apron dove riesce a mettere a segno un superkick devastante. Non contento Grey si lancia dalla cima del paletto finendo però con l’essere abbattuto con un uppercutt.

Timothy prosegue mettendo a segno un duble underhook suplex per poi imprigionare August in una front headlock. Il direttore di gara non può far altro che constare la resa immediata di Grey. Risultato: vittoria per sottomissione di Timothy Thatcher.

Post match Timothy insiste nell’attaccare il povero August fino a quando nell’arena risuona la musica di Tommaso Ciampa. L’ex NXT Champion raggiunte il maestro della sottomissione a centro ring. I due si guardano in cagnesco con Thatcher che decide però di abbandonare il quadrato senza però togliere mai gli occhi dal suo nuovo avversario.

Assistiamo ora all’ingresso sul ring di Damian Priest che viene interrotto immediatamente dall’arrivo di Johnny Gargano. I due hanno una colluttazione che si sposta subito sul ring con Priest che va a segno con una discous elbow smash.

Gargano si rifugia fuori dal quadrato dove i due continuano a darsele di santa ragione. Il tutto viene interrotto dall’arrivo del NXT North American Champion Leon Ruff che cerca di colpire Gargano finendo però con il colpire involontariamente Priest.

Il campione però riesce a colpire a più riprese Gargano per poi dover finire a fare i conti con il ritorno di Priest che pare non aver preso bene il colpo subito in precedenza. Priest tenta di mettere a segno un big-boot finendo a cavalcioni sulla terza corda dove viene raggiunto da Gargano che cerca di colpirlo ma senza riuscirci.

Ruff sbuca alle spalle del campione uscente colpendolo con un dropkick con il quale, grazie ad una carambola riesce a buttare fuori sia Priest che Gargano. Entrambi gli ex campioni pare non abbiano preso bene la cosa e tornano minacciosi sul ring con Ruff che invece riesce a fuggire dal ring correndo verso lo stage.

Fine seconda parte. Per la terza clicca qui.