WWE NXT report - 22/01/2020 - parte III - Strong of Glory


by   |  LETTURE 541
WWE NXT report - 22/01/2020 - parte III - Strong of Glory

Ora è il momento del secondo match a coppie della serata che vede impegnati il team composto da Matt Riddle e Pete Dunne ed il team Imperium. Ricordiamo come questa sia la seconda semifinale del Dusty Classic e che i vincitori andranno ad affrontare i Grizzled Young Veterans.

Bando alle ciance andiamo a vedere quanto sta succedendo sul ring dove troviamo Riddle abbattuto con una brainbuster da Aichner che non contento abbatte anche Dunne con una spinebuster. Tentativo di Imperium Bomb su Riddle che però si libera prima di Fabian con una hurricanrana e poi di Barthel con un germa suplex al volo dopo che quest’ultimo si è lanciato dalla cima del paletto.

Riddle is on fire e dopo aver colpito Aichner con una combinazione di ginocchiata al volto, powerbomb e ginocchiata al volto, se lo carica sulle spalle lanciandolo di fatto verso Dunne che lo abbatte con l’enziguri kick.

L’arbitro si inginocchia e conta fino a 3. Risultato: vittoria per schienamento dei BroserWeight che si aggiudicano quindi il secondo spot in finale raggiungendo i Grizzled Young Veterans. Eccoci quindi giunti al main event della serata che vede impegnati Keith Lee ed il NXT North American Champion Roderick Strong.

Ricordiamo come questo match sia valevole per il titolo attualmente in possesso del membro degli Undisputed ERA. Segnaliamo inoltre che Adam Cole, Bobby Fish e Kyle O’Reilly sono presenti a bordo ring. Senza ulteriori indugi però catapultiamoci sul ring dove troviamo Strong impegnato nell’eseguire una avalnce Olympic Slam a cui segue un tentativo di schienamento che non va a buon fine.

Strong insiste con un jumping knee che viene però bloccato al volo da Lee che di tutta risposta lo abbatte con una tremenda mongolian chop. Non contento Keith spedisce il campione fuori dal ring con la pounce. I due se le stanno dando di santa ragione ed entrambi non hanno la minima intenzione di mollare il colpo.

Lee ora è costretto ad occuparsi anche di Cole, Fish ed O’Reilly dimenticandosi di Strong che ne approfitta per abbatterlo con un devastante calcio al volto al quale segue un tentativo di schienamento che però si ferma solo sul conto di 2.

Lee si rialza come se nulla fosse ed in men che non si dica si carica sulle spalle Strong per poi schiantarlo al tappeto con la Ground Zero. L’arbitro non può far altro che contare fino a 3. Risultato: vittoria per schienamento di Keith Lee che diviene per la prima volta NXT North American Champion.

Con l’auspicio di essere stato sufficientemente esaustivo vi auguro una buona giornata o serata, a seconda di quando starete leggendo, ma soprattutto buon wrestling a tutti.