WWE NXT report - 13/11/2019 - parte II - Keith Lee's revenge



by   |  LETTURE 608

WWE NXT report - 13/11/2019 - parte II - Keith Lee's revenge

Sul ring troviamo ora un Fill Balor abbastanza furioso intento a sputare sentenze su come sia diventato ora NXT, a detta sua così diverso da quando c’era lui. Non contento lancia di fatto un messaggio all’intero spogliatoio, invitando gli atleti a dimostrare il contrario.

A rispondere ci pensa niente meno che Matt Riddle. I due hanno un accenno di rissa con Balor che poi si rifugia tra il pubblico. Riddle sembra avere avuto la meglio quando però dal backstage arriva l’intera cricca degli Undisputed ERA.

Prima che Cole & Co possano iniziare la mattanza, arrivano in soccorso del Bro sia Tommaso Ciampa che Keith Lee. Quest’ultimo microfono alla mano lancia una sfida al NXT Champion Adam Cole. A rispondere però ci pensa Roderick Strong che ci tiene a far presente che il buon Cole, dopo quanto fatto a Smackdown e Raw, merita una notte di riposo e che quindi è lui ad accettare la sfida lanciata da Lee.

Ricordiamo come comunque questi due atleti abbiano qualche conto in sospeso considerando come l’attuale NXT North American Champion Roderick Strong abbia mantenuto il titolo contro Dijiakovic e Lee schienando quest’ultimo a termine di un triple treath match a dir poco mozzafiato.

Bando alle ciance vediamo quanto sta accadendo sul ring dove troviamo i due intenti in uno scambio di colpi con Lee che conclude con una devastante mongolian chop. Strong risponde a sua volta con un sonoro calcio al volto a cui segue poi la sua serie di elbow smash in corsa.

Questa volta però viene interrotto a metà tragitto da una devastante clothesline di Lee. A supporto di Strong arrivano tutti i membri degli Undisputed ERA. A supporto invece di Lee arrivano in un primo momento Cimpa messo fuori gioco da Cole con un superkick e poi da Riddle che si concentra Fish.

Riddle è l'ultimo a rimanere in piedi fuori ring, tuttavia a porre rimedio alla cosa ci pensa l'arrivo di Finn Balor che dopo averlo messo a terra con la slingblade mette a segno prima uno standing foot stomp e poi un dropkick con il quale lo scaraventa contro i gradoni d'acciaio.

Torniamo però sul quadrato dove vediamo Lee intento la sua Ground Zero. L'arbitro non può far altro che contare fino a 3. Post match il povero Lee viene assalito da tutta la cricca degli Undisputed ERA. Ciampa prova ancora a salvare capre e cavoli ma la superiorità numerica la fa ancora una volta da padrona.

Sembra tutto finto quando dal nulla spunta Dominik Dijakovic che senza troppi problemi si sbarazza di tutti i componenti degli Undisputed ERA arrivando anche a colpire Cole con la sua Fist Your Eyes. Dijakovic, Ciampa e Lee si attingono la mano.

Resta quindi da capire come quanto acceduto possa impattare nella card di WarGames. Risultato: vittoria per schienamento di Keith Lee. Passiamo ora ad un match vede impegnate due giovani promesse di NXT che altri non sono che Isaiah Scott e Bronson Reed.

Ricordiamo come questi due atleti si erano fatti già notare nel corso del NXT Breakout Tournament, regalando delle prestazioni decisamente degne di nota. Senza ulteriori indugi andiamo a vedere quanto sta accedendo nel ring dove troviamo Isaiah all'angolo con Bronson che tenta una splash evitata da Isaiah che a sua volta risponde con un missile dropkick.

Bronson perde l'equilibrio ma sfrutta la cosa a suo vantaggi appoggiandosi sulle corde usandola a mo' di molla per abbattere il suo avversario con una shoulder block. Isaiah è in evidente sofferenza venendo anche scaraventato fuori ring oltre la terza corda.

Entrambi gli atleti sono ora a bordo ring dove Isaiah riesce a scaraventare Bronson contro il paletto. Tornati sul ring Isaiah mette a segno una elbow smash. Non contento poi torna nuovamente alla carica venendo abbattuto da Bronson con una spinebuster.

Reed poi rincara la dose con un back piledriver a cui segue un conto di 2. I due se le danno di santa ragione con Scott che mette a segno una serie di calci tentando poi un sunset flip che viene prontamente interrotto da Bronson che prova poi a sedersi letteralmente sul povero Isaiah.

Quest'ultimo però riesce a divincolarsi per poi mettere a segno un devastante calcio alla nuca che mette ko il povero Reed costretto poi a subire il conteggio di 3. Risultato: vittoria per schienamento di Isaiah Scott.

Fine seconda parte. Per la terza clicca qui.