WWE NXT report - 06/11/2019 - parte I - Vengeance time



by   |  LETTURE 865

WWE NXT report - 06/11/2019 - parte I - Vengeance time

Ciao a tutti e ben tornati a questo nuovo ed entusiasmante episodio targato NXT. La serata si apre alla grande in quanto abbiamo la possibilità di assistere all’assalto perpetrato dai The O.C. , che altri non sono che Luke Gallows, Karl Anderson ed il WWE US Champion AJ Styles, ai danni degli Undisputed ERA nel parcheggio fuori dell’arena.

Gli stessi The O.C. li ritroviamo poi all’interno del ring dove, dopo un breve spot nel quale sostanzialmente dichiarano di essere qui per vendicare RAW per quanto accaduto nello scorso episodio, vengono raggiunti da Tommaso Ciampa che li accoglie in quello che, a detta sua, risulta essere il Main Roster oltre che la Daddy’s Home.

I The O.C. chiedono perché dovrebbero sentirsi minacciati da lui, vista anche la loro superiorità numerica. Ciampa non fa in tempo a rispondere che viene immediatamente raggiunto da Keith Lee e da Matt Riddle. Ciampa ed i BorLee decidono di lanciare apertamente un sfida ai tre membri del roster di Raw presenti sul ring.

Dopo un breve consulto AJ Styles accetta la sfida. Quindi nel main event avremo la possibilità di assistere ad un 6 man tag team match tra i The O.C. ed il team composto da Tommaso Ciampa ed i BroLee. Passiamo ora al match che vede impegnati Pete Dunne e Damian Priest.

Ricordiamo come questo match sia figlio dell’attacco alle spalle perpetrato da Priest ai proprio di Dunne che ha sempre giurato vendetta e che stasera avrà la possibilità di ottenere. Andiamo ora sul quadrato dove vediamo Dunne impegnato in una serie di calci seguita da un tentativo di Bitter End che viene però prontamente evitata costringendo poi Dunne fuori dal ring con una clothesline.

Priest si esibisce uno splendido volo sopra la terza corda. Tornati sul ring Dunne prova ad eseguire il suo rinomato snap fingers dal quale Priest riesce in un primo momento a liberarsi. I due finiscono contro l’arbitro che rimane schiacciato tra il paletto e Damian con quest’ultimo che prova a colpire alle parti basse Dunne che prontamente blocca l’attacco per poi ricambiare il favore andando però a segno.

Non contento Dunne atterra Priest con un takedown per poi eseguire la snap fingers, che questa volta va a segno, seguita infine dalla armbar alla quale Priest si vede costretto a cedere. Post match vediamo Dunne assalito da “The Beast Of Belfast” Killian Dain.

Priest lo sposta di peso per prendere il suo posto nell’assalto al povero Dunne. Killian si sbarazza con una testata di Priest per poi concentrarsi su Dunne colpendolo prima con una avalanche e poi con la Vader Bomb. Dain si avvisa soddisfatto verso il backstage venendo però raggiunto prima da un Priest in cerca di vendetta.

Killian però non si fa sorprendere e scaraventa il povero Damian contro i gradoni per poi colpirlo con la Cannon Ball. Risultato: vittoria per sottomissione di Pete Dunne. Ora è il turno della quota rosa con il match che vede impegnate Santana Garrett e Taynara Conti.

Ricordiamo come ogni ragazza sia estremamente sotto pressione in questo periodo in quanto i team che si affronteranno nel primo WarGames match femminile della storia, hanno ancora qualche posto libero. Vediamo però quanto accade sul quadrato dove troviamo la Conti intenta in una serie di takedown seguiti da un tentativo di sottomissione dalla quale però la Garrett riesce a liberarsi.

Santana prova a reagire con una combinazione di back elbow e gomitata al volto. La Garrett tenta ora lo springboard moosault che viene prontamente evitato dalla Conti che di tutta risposta va a segno con il Brazilian kick a cui segue lo schienamento definitivo.

Ottimo biglietto da visita per Taynara Conti che ha trovato sicuramente il modo per mettersi in mostra. Staremo a vedere se sarà lei una delle prossime ad essere scelta. Risultato: vittoria per schienamento di Taynara Conti Fine prima parte.

Per la seconda clicca qui.