WWE NXT report - 16/10/2019 - parte II - Strong "suicide"



by   |  LETTURE 1307

WWE NXT report - 16/10/2019 - parte II - Strong "suicide"

Ora tocca ai due colossi dallo spirito cruiserweight che altri non sono che Dominik Dijakivic e Keith Lee. I due come al solito ci regalano un match ricco di emozioni e come al solito si divertono ad arrampicarsi sui paletti.

Lee riesce a scaraventare al tappeto il suo avversario con una mongolian chop seguita da una frog splash sul braccio sinistro, visibilmente dolorante. Non contento Keith mette a segno una pop-up powerbomb a seguito della quale Dominik si rifugia fuori dal ring.

Dijakovic riesce a respingere per ben 3 volte il tentativo di Lee di eseguire un suplex, tuttavia non riesce a respingere il quarto tentativo a seguito del quale si vede costretto a subire la manovra pensata da Lee che poi tenta anche lo schienamento il cui conteggio però si ferma sul 2.

I due si spostano nuovamente sul paletto dove Dijakovic tenta di mettere a segno un hurricanrana, tuttavia la manovra viene interrotta dall’intromissione di Roderick Strong che colpisce entrambi gli atleti con la cintura per poi allontanarsi baldanzoso verso il backstage.

William Regal però decide di tramutare la gioia di Strong in puro terrore, infatti gli comunica che settimana prossima dovrà difendere il suo North American Championship proprio contro Domink Dijakovic e Keith Lee in un triple threat match.

Risultato: no contest. Proseguiamo ora con Matt Riddle e Bronson Reed impegnati un match ad altissima intensità con Riddle che tenta di tenere a bada il suo avversario con una serie di ginocchiate seguita da una serie di running elbow al paletto.

Non contento l’original Bro mette a segno anche una exploder suplex seguita da un penalty kick per poi tentare lo schienamento che però si ferma sul conto di 2. Riddle non demorde e dopo aver messo a segno una go to sleep, esegue una powerbomb seguita da una ginocchiata al volto a cui segue un ennesimo conto di 2.

Matt esegue ora un volo dal paletto ma cade male e Bronson prova ad approfittarne schienandolo ma senza successo. Riddle tenta una sleeper hold dalla quale Bronson si libera abbastanza facilmente, tuttavia nulla può contro la forza di volontà del Bro di NXT che decide di sollevarlo e schiantarlo al tappeto con una bodyslam accompagnata riuscendo poi anche ad eseguire lo schienamento definitivo.

Risultato: vittoria per schienamento di Matt Riddle. Ora tocca nuovamente alla quota rosa con Taynara Conti impegnata con il grande rientro Tegan Nox. Il match è sostanzialmente a senso unico con la Nox che, dopo una serie di colpi, mette a segno prima una testata, poi un european uppercut, una chokeslam, un elbow smash ed un sento al paletto, un diving crossbody dal paletto ed uno shining wizard a cui segue lo schienamento definitivo.

A termine del match la Nox viene raggiunta per un’intervista che viene immediatamente interrotta da Shayna Baszler, Jessamyn Duke e Marina Shafir. La campionessa dimostra di non essere impressionata da quanto fatto da Tegan e le dice che se vuole sapere cosa si prova ad affrontarla le basterà chiederlo alla sua amica Dakota Kai, sopraggiunta a bordo ring con l’intento di festeggiare la vittoria della stessa Nox.

Le due hanno un acceso scambio verbale con Tegan che sfida apertamente la NXT Women’s Champion ad un match titolato, tuttavia la campionessa declina l’invito dicendo che la Nox se lo deve meritare questo onore, per poi allontanarsi verso il backstage.

Risultato: vittoria per schienamento di Tegan Nox. Fine seconda parte. Clicca qui per la terza.