WWE Raw 07/10/2019 report (3/3) - Chiacchiere e lettoni matrimoniali


by   |  LETTURE 2093
WWE Raw 07/10/2019 report (3/3) - Chiacchiere e lettoni matrimoniali

CLICCA QUI PER LA PRIMA PARTE
CLICCA QUI PER LA SECONDA PARTE

- MizTV, ospiti le campionesse femminili Becky Lynch e Charlotte Flair: non dovrei sottolineare che sono ancora parole, ma lo faccio lo stesso. In ogni caso Becky afferma di non aver mai sofferto come ieri, ma che è riuscita comunque a vincere e questo è più importante di tutta la fama che ha raccolto durante quest'anno.

Poi inizia a parlare Charlotte e l'iniziale sportività tra le due va via via degenerando: Becky ricorda a Charlotte di aver perso con Asuka, Charlotte ribatte affermando che solo grazie a lei The Man è divenuta tale.

Quando tutto sta per degenerare, però, arrivano Asuka e Kairi Sane che si mettono a insultare tutto e tutti in giapponese! Fantastico, dopo una puntata tutta di parole, ecco delle parole incomprensibili! Per fortuna si lotta, e per i titoli.

- Tag Team Match for the Women's Tag Team Championship: The Kabuki Warriors (Asuka & Kairi Sane) vs Becky Lynch & Charlotte Flair Il match è molto bello e intenso, con le ragazze che mostrano il meglio del loro repertorio: partono Asuka e una Becky che vende il fatto di essere malconcia dopo l'Hell in a Cell che l'ha confermata campionessa.

Poi entra Charlotte e ci dà dentro di Natural Selection, prima di sfoderare uno Standing Moounsault sulle campionesse fuori dal ring. Il suo assolo viene interrotto da Asuka, con un altrettanto spettacolare Roundhouse Kick.

Il primo tentativo di schienamento è di Becky su Kairi, ma Asuka lo interrompe. La Dis-Arm-Her non va a segno anche perché... GREEN MIST DI ASUKA! L'arbitro sta controllando le condizioni di Charlotte e non vede nulla...

Roll-up di Kairi, 1, 2, 3... le campionesse conservano il titolo! Poi Charlotte subisce l'attacco congiunto delle Kabuki, ma ad aiutarla arrivano Alexa Bliss & Nikki Cross. In pratica rispetto a qualche settimana fa ci sono stati quattro turn e mezzo (Charlotte, Asuka, Kairi, Alexa e un po' di Nikki) senza che nessuno ci dicesse nulla.

E vabbè.

- Chiacchiere a go-go: abbiamo Apollo Crews che spiega quanto rispetti Ricochet, ma stavolta lo batterà. Poi i Viking Raiders, che promettono che diventeranno campioni. Quindi lo stesso Ricochet, stavolta dalla Gorilla Position, che spiega che se mai dovesse abbandonare Raw per SmackDown sarebbe contento di averlo fatto dopo un match contro Apollo.

- Ricochet vs Apollo Crews: "Inizia uno scontro ridicolo fatto di piroette non necessarie e colpi segreti di dubbia utilità" (cit Barbascura X), poi i due si stringono la mano perché si stimano.

In realtà il match è davvero bello da vedere, sebbene somigli più a un'esibizione che a una vera e propria contesa. Sta di fatto che nel finale Ricochet cicca il 630° Splash, ma poi resiste all'Enziguiri Kick e Standing Moonsault dell'avversario...

1, 2... Recoil di Ricochet e schienamento vincente!

- Face-off tra Tyson Fury e Braun Strowman: Eh sì, il main event non è un match ma sono chiacchiere: strano eh? Tyson Fury parla con Jerry "The King" Lawler e dice di essere arrabbiato per il fatto che Strowman a Hell in a Cell lo ha fatto sembrare uno stupido.

Una faida basata sullo "gne gne gne", insomma. Chiede le scuse di Strowman, Strowman arriva e gli ribadisce che stava solo scherzando. Poi quando ha visto che Tyson lo guardava brutto ha deciso di lanciargli contro Ziggler.

Ma sì, usiamo Dolph come il guanto bianco dei nobili che si sfidavano nell'800... Quando poi Fury sottolinea (anche giustamente) che lui è campione del mondo e Braun non ha vinto una mazza, quest'ultimo smatta e parte il rissone.

Ovviamente la security non serve a nulla e nemmeno la gente che arriva via via a dividere i due (inclusi lottatori della WWE, che evidentemente su un ring di wrestling se la cavano peggio di uno che wrestling non l'ha mai fatto in vita sua).

Comunque la puntata sembra finire con Tyson vincitore, ma all'ultimo istante Strowman gli si lancia di nuovo addosso e il tutto finisce così. Dandoci appuntamento a una prossima puntata che speriamo sia un po' più strutturata di questa...