Batista: "Il mio ultimo ritorno è stato un incubo sul piano creativo"


by   |  LETTURE 2076
Batista: "Il mio ultimo ritorno è stato un incubo sul piano creativo"

Batista è apparso nell’ultima edizione di ‘Talk is Jericho’, dove ha raccontato le enormi difficoltà sul piano creativo per organizzare il suo match contro Triple H a WrestleMania 35. ‘The Animal’ ha definito quella situazione come un incubo, perché la WWE chiedeva un suo ritorno prima del previsto onde evitare che la faida perdesse di appeal.

“È stato un incubo” – ha esordito Dave senza mezze misure. “Dovevo tornare già alla fine di febbraio, ma mi chiedevo che diavolo avremmo fatto per le successive cinque settimane. L’ultima volta che me ne ero andato e poi ero tornato, nel 2014, loro non avevano nessun piano per me.

Non sapevano assolutamente cosa fare con me, quindi ogni settimana mi mandavano là fuori a registrare quegli orribili promo. Erano semplicemente orribili e mi toccava andare avanti nonostante i fan inneggiassero a CM Punk o Daniel Bryan”.

Il ritorno di Batista ha avuto luogo durante la celebrazione per il 70° compleanno di Ric Flair: “All’inizio avrei dovuto partecipare anche io a quella festa, ma non ero d’accordo perché ritenevo che avrebbe annacquato il nostro programma.

Quindi si sono inventati il segmento del backstage in cui trascino Ric sul pavimento. Shawn, ad esempio, non ne sapeva nulla. La mia attenzione era focalizzata soltanto sulla faida con Hunter”.