Stomping Grounds, disastro nella vendita biglietti: la WWE copre metà arena


by   |  LETTURE 1961
Stomping Grounds, disastro nella vendita biglietti: la WWE copre metà arena

Stomping Grounds era nato sotto una cattiva stella, e lo sappiamo da settimane (ossia da quando la WWE ha deciso di provare a vendere i biglietti per lo show con la formula del prendi 2 paghi 1). L'evento però è stato ormai disputato, e alla fine le cose sono andate esattamente come a Stamford temevano: con un flop della vendita dei biglietti al botteghino che ha pochissimi precedenti negli anni del wrestling moderno.

Nonostante sia stata scelta un'arena piuttosto piccola come il Tacoma Dome (che si trova a pochi km da Seattle), i 23mila posti a sedere non sono stati nemmeno lontanamente occupati tutti. Lo dimostra il fatto, svelato da moltissime persone presenti nel palazzetto, che la WWE ha deciso di montare un'enorme tenda dal colore molto scuro per non mostrare attraverso le telecamere che un'enorme fetta di spalti era in realtà vuota:


E non è tutto, perché Bryan Alvarez del 'Wrestling Observer', presente sul posto, ha aggiunto che oltre ad esserci un bel pezzo dell'arena oscurata da una tenda, circa un terzo della sua superficie è stato occupato dallo stage, per rendere il meno evidente possibile quante poche persone si fossero recate ad assistere all'evento.

Ancora più desolante il quadro tracciato dal suo più celebre collega, Dave Meltzer, che sulla sua 'Wrestling Observer Radio' ha raccontato dei tentativi disperati fatti in extremis dalla WWE per vendere qualche biglietto in più.

"Hanno cercato di svendere tantissimi biglietti, li stavano letteralmente regalando con la formula del due per uno - ha spiegato -. Il prezzo era tutt'altro che buono. Ma all'interno dell'edificio ho sentito dire che i biglietti venduti, e per venduti intendo quelli effettivamente pagati, sono stati appena seimila.

Io sospetto che in realtà siano stati quattromila, massimo 4500. E non ricordo che un ppv abbia fatto vendere così pochi biglietti, da moltissimo tempo a questa parte. Così come non ricordo un ppv in cui hanno cercato di vendere i biglietti al più vicino centro commerciale"