Caos in WWE: Raw è stata adattata a quello che stava succedendo in NBA


by   |  LETTURE 3281
Caos in WWE: Raw è stata adattata a quello che stava succedendo in NBA

Che la WWE non stia vivendo un periodo particolarmente florido a livello creativo e per quanto riguarda gli ascolti televisivi non è certo un segreto. C'è però un dettaglio che può aiutare a comprendere quanto male a Stamford stiano vivendo questi accadimenti, ed è legato alla gestione della puntata di Raw andata in onda lunedì scorso da San José, in California.

La serata era infatti televisivamente complicata, tenuto conto che lo show si è tenuto in contemporanea con Toronto-Golden State, gara-5 di una serie di partite che sta tenendo con il fiato sospeso l'America e il mondo intero: le NBA Finals del 2019.

E a quanto pare anche nel dietro le quinte di San José la dirigenza WWE ha tenuto i televisori sintonizzati sulla grande partita di basket, provando a modellare Raw su quanto stava accadendo nella lontana Toronto. A scoprire questo retroscena è stato Bryan Alvarez, che ne ha parlato durante 'Wrestling Observer Live': "Tutti quanti sapevamo da giorni che lunedì notte ci sarebbe stata una partita di basket imperdibile, ma in WWE hanno iniziato a scrivere la puntata di Raw già in precedenza.

Per questo motivo non potevano prevedere che tipo di contesa ci sarebbe stata lunedì sera su un altro canale, lo avevano certamente messo in conto ma hanno preparato lo show come si prepara un qualunque show. Ora però sono in grado di dirvi per certo che durante la puntata stavano monitorando la partita di basket per cambiare all'ultimo momento quello che sarebbe successo sul ring"

In altre parole, secondo quanto raccolto da Alvarez, lo show aveva sì una scrittura, che però è stata modificata e "modellata" in base alle fasi di gioco del match dell'NBA: "Penso che gli episodi a cui abbiamo assistito siano stati proposti in quello specifico momento sulla base di quello che stava succedendo nella partita.

L'hanno tenuta d'occhio costantemente e non penso che abbiano smesso di farlo fino alla fine" Probabile, insomma, che la WWE abbia cercato di proporre i segmenti più importanti di Raw durante le fasi di stanca della partita, o magari negli intervalli o nel corso delle pause pubblicitarie.

Un ulteriore segnale della paura che i ratings televisivi stanno arrecando ai vertici della compagnia più importante del wrestling mondiale.