Kurt Angle confessa: "Sono rimasto deluso dal mio ritorno in WWE"


by   |  LETTURE 2467
Kurt Angle confessa: "Sono rimasto deluso dal mio ritorno in WWE"

Non si può negare che Kurt Angle sia uno dei migliori lottatori di tutti i tempi ed è per questo motivo che, nonostante la meritatissima introduzione nella Hall of Fame, i suoi fan sono rimasti amareggiati dal trattamento riservatogli al ritorno in WWE nel 2017, prima nelle vesti di General Manager di Raw e poi da lottatore attivo, seppur in maniera sporadica.

Basti pensare che l'eroe olimpico ha perso contro Baron Corbin nel suo match di ritiro a WrestleMania, nonostante avesse espresso il desiderio di affrontare John Cena. E le sensazioni negative sul suo ultimo stint sono state condivise anche dall'ex pluricampione mondiale nel corso di un'intervista ai microfoni di ComicBook: "Sono rimasto deluso dal modo in cui hanno gestito il mio ritorno? Assolutamente si, non posso negarlo.

Voglio dire, essere membro onorario dello Shield per una notte è stata un'esperienza fantastica, ma speravo di ricevere un trattamento migliore e di lottare in match di alto profilo. Avevo già disputato diversi match nelle indipendenti e mi ero allenato duramente.

Il mio corpo ha iniziato a cedere quando sono rimasto inattivo per mesi. In ogni caso capisco perchè Vince McMahon lo abbia fatto, monitoravano costantemente le mie condizioni fisiche e mi sottopevano a test antidroga per vedere se fossi completamente pulito date le mie esperienze passate.

Per loro non potevo dare il 100% sul ring e non rappresentavo una sicurezza". Angle ha poi aggiunto: "Vince non voleva che ripetessi i miei errori ed è per questo che mi ha assegnato sin da subito dei ruoli extraring, consentendomi poi di lottare soltanto in occasioni speciali.

Pensava che il mio fisico non potesse reggere più di 10 minuti dati i miei noti problemi al collo. Sono ancora oggi deluso dal mio stint, ma comprendo benissimo il suo ragionamento". Nonostante Kurt Angle abbia definitivamente appeso gli stivali al chiodo, non significa che abbia chiuso i conti con la WWE.

L'eroe olimpico ha infatti firmato un nuovo contratto di cinque anni che lo vedrà impegnato all'interno del backstage della Compagnia nelle vesti di producer e coach da affiancare ai talenti più giovanni. E chissà se nell'immediato futuro non potremmo rivederlo ancora una volta sugli schermi televisivi......