Frustrazione in casa WWE: Triple H detesta le decisioni di Vince McMahon


by   |  LETTURE 2979
Frustrazione in casa WWE: Triple H detesta le decisioni di Vince McMahon

Non si può negare che la WWE stia vivendo un periodo molto discutibile. Gli ascolti di Raw e SmackDown continuano a essere ai minimi storici e sono sempre più numerose le stelle che decidono di rescindere i loro contratti e lasciare la Compagnia, citando il morale basso come scelta principale.

Dichiarazioni che sono state avvalorate anche da Jack Swagger, ormai lanciato verso una promettente carriera nel mondo delle arti marziali miste. A queste situazioni si aggiunge un'indiscrezione molto forte e proveniente da fonti interne secondo cui Triple H sarebbe la persona più frustrata all'interno del backstage e completamente in disaccordo con le decisioni di Vince.

In particolar modo l'ex pluricampione mondiale avrebbe più volte consolato le stelle di NXT che non hanno trovato fortuna nel main roster, dal momento che Vince non tiene conto del prodotto dello show giallo e guarda di rado i TakeOver.

Ma non è tutto, perchè il chairman è solito stracciare i copioni di Raw e SmackDown poco prima della messa in onda degli show e ribaltare le storyline da un giorno all'altro. La pressione ricada quindi interamente sul team creativo che non riesce in alcun modo a contrastare quanto deciso da Vince e che rimane ogni volta scosso dalle polemiche che si scatenano sui social.

Esempi lampanti sono stati un Superstar Shake-Up molto discutibile e l'introduzione della tanto discussa Wild Card Rule. Queste voci sono state rafforzate da una recente azione social di Triple H che ha messo il like al tweet di un fan in cui esprimeva forti critiche nei confronti di Vince McMahon, salvo poi ritirarlo.

Molto probabilmente la verità non verrà mai a galla, ma quello che è certo è che Vince compirà 74 anni ad agosto e nel 2020 dovrebbe concentrare le sue forze sul rilancio del progetto XFL.

Sono quindi in molti a sperare che possa decidere di farsi da parte e lasciare il timone di comando al genero, che con NXT ha ampiamente dimostrato di saper creare storyline accattivanti e un prodotto altamente godibile.