Scandalo Lars Sullivan: arrivano i provvidimenti della WWE


by   |  LETTURE 11393
Scandalo Lars Sullivan: arrivano i provvidimenti della WWE

I controversi commenti misogeni, omofobi e razzisti che Lars Sullivan scrisse anni fa su un blog di bodybuilding hanno velocemente fatto il giro del mondo, a tal punto che i fan si sono chiesti se questa fosse la fine dell'avventura di The Freak in WWE.

Nonostante in un primo momento sembrava che la federazione volesse mettere a tacere la questione, le voci sul suo futuro si sono ingigantite dopo i commenti sulla vicenda di Big E e Kalisto e soprattutto dopo l'ingresso in campo della Mars Wrigley Confectionery, azienda sponsor della WWE.

Dopo giorni di attesa, finalmente la WWE ha deciso di prendere dei provvedimenti: tramite un comunicato a Wrestling Inc., un delegato della compagnia ha spiegato che Lars Sullivan, vero nome Dylan Miley, dovrà pagare una multa di 100.000 dollari, dovrà completare un corso sulla sensibilità e parteciperà a diversi incontri per comprendere a fondo l'impatto dei social media sulla vita quotidiana.

Si tratta di una soluzione educativa che evita il licenziamento all'ex wrestler di NXT, che ha da poco effettuato il suo debutto nel main roster dopo mesi di attesa, ma che allo stesso tempo salvaguarda la WWE da attachi e critiche esterne.

Questo è l'intero comunicato rilasciato dalla compagnia di Stamford: "La WWE supporta una cultura di inclusione a prescindere da generi, etnie, religioni o orientamenti sessuali ed il nostro obiettivo è quello di comprendere tutti gli individui, come dimostrato dalla grande diversità presentata dai nostri dipendenti, performer e fan da tutto il mondo.

Dylan Miley (aka Lars Sullivan) riceverà una multa di $100.000 e dovrà completare un corso di sensibilità per dei commenti offensivi scritti in passato.

La WWE proporrà, inoltre, a Dylan degli incontri con organizzazioni comunitarie per approfondire la discussione sul potere dei social media e sull'impatto delle nostre parole".