Firefly FunHouse, cos'ha fatto Bray Wyatt nella nuova puntata? *SPOILER*



by   |  LETTURE 3320

Firefly FunHouse, cos'ha fatto Bray Wyatt nella nuova puntata? *SPOILER*

Tutti i fan di Raw stavano aspettando con ansia la seconda puntata di Firefly FunHouse, il segmento con protagonista il "nuovo" Bray Wyatt. Dopo il successo clamoroso della prima puntata, la scorsa notte durante lo show rosso è andato il scena il secondo segmento.
Questa volta l'ex Eater of Words si è presentato con un basco francese ed ha salutato tutti i suoi "bambini" con un "Bonjour!" piuttosto inquietante, per poi tornare a dipingere un quadro.

Abbiamo subito scoperto che ama dipingere, dal momento che l'arte, in generale, rappresenta il modo migliore per esprimersi e sfogarsi. Tutto d'un tratto spunta un nuovo personaggio, dopo la poiana ed Abby, la bambola: si tratta di un coniglio (che è anche presente nel logo del programma e che non era mai apparso nella prima puntata), al quale Bray Wyatt mostra che cosa ha dipinto: il suo fienile in fiamme, con una bambina all'interno.

Questo luogo potrebbe forse essere, in chiave mark, il luogo in cui è avvenuto l'House of Horror Match con Randy Orton, ma al momento è soltanto un'ipotesi.
Successivamente ricompare Abby, la bambola, che gli ricorda che fino a poco tempo prima lui era malvagio, ma Bray dice che quello era il passato e che ora chiede perdono, ricevendo di tutta risposta un applauso registrato.

Successivamente ritorna dal coniglio iniziando a parlare di sociopatia (con tanto di spelling della parola), poi tutto d'un tratto il tono si fa serio: "L'unica cosa che dovrete fare è lasciarmi entrare" sussurra il nuovo ed inquietante Bray Wyatt, chiudendo il segmento con un sorriso macabro:



Si conclude così la nuova puntata di Firefly FunHouse, nella quale la nuova gimmick dell'ex campione WWE si tinge di toni tetri: staremo a vedere che cosa succederà nel prossimo segmento.

Il merchandising, intanto, è già stato rilasciato, non senza qualche piccola polemica. Chissà che cos'altro ci aspetta.