WWE Extreme Rules: ecco quali potrebbero essere i match di punta del PPV


by   |  LETTURE 2211
WWE Extreme Rules: ecco quali potrebbero essere i match di punta del PPV

Il Superstar Shake-Up di quest'anno ha letteralmente rimescolato le carte in tavola, nonostante sia stato un flop dal punto di vista degli ascolti, spostando grandi nomi come AJ Styles e Roman Reigns da un brand all'altro.

Effetti che si ripercuoteranno anche nei PPV futuri. Mancano ancora tre mesi alla messa in onda di Extreme Rules, evento che si terrà il 14 luglio a Philadelphia, ma la WWE sta già pubblicizzando a livello locale tre grandi match che potrebbero avere luogo nella sede storica dell'ormai defunta ECW.

Il primo di questi è un incontro tra Roman Reigns e Randy Orton. Il primo è stato di recente draftato a SmackDown dove ha immediatamente fatto sentire la sua presenza colpendo nientemeno che Vince McMahon con un Superman Punch, mentre "The Viper" è reduce da una sconfitta contro AJ Styles in quel di WrestleMania.

Il secondo incontro pubblicizzato vede contrapposti "The Phenomal One" e Drew McIntyre: i due hanno ovviamente fatto parte di Impact, ma non si sono mai affrontati fino ad ora in un match singolo. Sarà dunque interessante capire in che modo partirà una rivalità tra i due all'interno dello show rosso.

Il main event dovrebbe invece essere un match valido per lo Universal Championship tra Seth Rollins e Baron Corbin. Incontro che, se confermato, potrebbe deludere i fan dell'ex membro dello Shield, ma servirebbe a rafforzare lo status da heel dell'ex general manager di Raw, ormai odiatissimo dai fan dopo aver ritirato Kurt Angle a WrestleMania.

Ovviamente vi invitiamo a prendere il tutto con le pinze poichè, come spesso accade in WWE, la card degli eventi è sempre soggetta a cambiamenti. Nel frattempo vi ricordiamo che il prossimo PPV sarà Money in The Bank, in programma il 19 maggio, e che a giugno la Compagnia tornerà in Arabia Saudita nonostante le polemiche suscitate dopo Crown Jewel.

All'appello manca invece Backlash, cancellato dalla schedule mensile proprio per lasciare spazio al nuovo grande evento in terra araba di cui però non si conosce ancora il nome ufficiale.