Clamoroso a WrestleMania 35: main event deciso da un errore dell'arbitro?



by   |  LETTURE 7046

Clamoroso a WrestleMania 35: main event deciso da un errore dell'arbitro?

WrestleMania 35 è vissuta sul primissimo main event tutto al femminile della storia, eppure la contesa tra Ronda Rousey, Charlotte Flair e Becky Lynch non è esattamente filata liscia (come invece avvenne a WrestleMania 32 tra Sasha Banks e le stesse Charlotte e Becky, nel match che assegnò il primo titolo femminile di Raw e che da tutti fu considerato il miglior incontro di quella serata).

Nel caso in cui ancora non abbiate assistito al match e non vogliate scoprire chi sia la vincitrice, interrompete qui la lettura, perché l'articolo lo riporterà. In caso contrario andate pure avanti, e se volete avere un quadro complessivo di come sono andati i match del MetLife Stadium potete controllare tutti i risultati tramite QUESTO LINK.

Ma veniamo al dunque: il main event di New York, che inevitabilmente è stato costruito come una battaglia molto sentita dal punto di vista psicologico tra le atlete coinvolte, si è ovviamente concluso con la vincitrice pianificata, ma non nella maniera giusta. Di fatto lo schienamento vincente, operato da Becky Lynch ai danni di Ronda Rousey, è stato un "botch" in piena regola, anche se resta da stabilire se l'errore vero e proprio sia stato compiuto da Becky, da Ronda o dall'arbitro del match, Rod Zapata.

Sin dagli istanti successivi alla conclusione del match, infatti, Twitter è stato invaso dai commenti dei fan, che hanno notato come la spalla destra di Ronda non era appoggiata sul tappeto durante il decisivo conto di tre. E anche i telecronisti, dopo aver seguito ciò che il ring stava raccontando (e aver quindi urlato in diretta "Le spalle sono giù, le spalle sono giù"), hanno ammesso che lo schienamento non era regolare:
 


Quello che però è emerso è che tale errore non è figlio di una decisione della WWE stessa e non è quindi arrivato per storyline, ma si tratta di un errore reale e in piena regola. Questo è ciò che ha comunicato una fonte interna della WWE a Brad Shepard, che ha quindi raccontato il tutto su Twitter, confermando che il finale del match non è stato quello che in WWE avevano pianificato e anche che l'arbitro ha contato fino a 3 pensando che quello fosse il momento giusto, ma non lo era. La firma più nota di 'BodySlam.net' ha anche aggiunto che la stessa Ronda era tutt'altro che felice dopo essersi resa conto di ciò che era avvenuto sul ring, oltretutto in un segmento che ha visto proprio lei al centro dello sbaglio finale: