Jason Jordan: la sua carriera in WWE potrebbe essere giunta al capolinea



by   |  LETTURE 10237

Jason Jordan: la sua carriera in WWE potrebbe essere giunta al capolinea

Jason Jordan è una di quelle superstar di NXT che, una volta arrivate nel main roster, non ha avuto molta fortuna. Nonostante sia riuscito a vincere i titoli di coppia di SmackDown Live assieme a Chad Gable, con il quale aveva riformato il team noto come American Alpha, il regno da campioni è stato molto breve ed il loro split è poi avvenuto in maniera silenziosa.

Il giovane wrestler dell'Illinois è stato poi mandato a Raw, dove è stato suo malgrado protagonista di una storyline molto controversa che lo ha presentato come "figlio illegittimo" di Kurt Angle.

Jordan è stato poi scelto come tag team partner di Seth Rollins a causa dell'infortunio di Dean Ambrose, ed i due sono riusciti a vincere i titoli di coppia dello show rosso. Anche in questo caso, però, il regno da campioni non è durato neanche un mese.

Le condizioni fisiche di Jordan sono però iniziate a peggiorare nel mese di febbraio del 2018 a causa di un infortunio al collo che si è dimostrato più grave del previsto che che di fatto lo hanno tenuto fermo ai box per un anno interno, costringendolo anche a saltare WrestleMania.

Ebbene, le voci arrivate negli ultimi giorni sul suo futuro da lottatore non sono per niente rassicuranti. Stando a quanto riportato da Fightful, fonte americana che più volte in passato si è dimostrata attendibile e che ha lanciato per prima l'indiscrezione sulla rimozione di Mustafa Ali dall'Elimination Chamber, la carriera di Jason Jordan in WWE sembra essere praticamente giunta al capolinea.

La Compagnia ha sempre mostrato particolare attenzione nei confronti di commozioni cerebrali ed infortuni a zone delicate del corpo come il collo, ragion per cui non gli hanno permesso di prendere parte a segmenti che richiedevano un suo impegno fisico nel backstage.

Sono voci che, se venissero confermate, andrebbero in contraddizione con quanto dichiarato da Kurt Angle un anno fa, che aveva invece accesso le speranze sul ritorno di suo "figlio" in azione. Jordan potrebbe in ogni caso continuare il suo ruolo da produttore dietro le quinte, ma sarebbe un grande peccato vedere una carriera di un giovane trentenne stroncata sul nascere.

Staremo a vedere se la WWE rilascerà nei prossimi mesi una conferma o una smentita ufficiale sulle condizioni fisiche dell'ex campione di coppia.