Lars Sullivan in preda a un attacco d'ansia: la reazione della WWE


by   |  LETTURE 9938
Lars Sullivan in preda a un attacco d'ansia: la reazione della WWE

Essere un bestione di 190 cm e quasi 140 kg di peso non basta per cancellare ogni propria fragilità. Lo ha scoperto a sue spese Lars Sullivan, che dopo settimane e settimane di promozioni a Raw e SmackDown era in predicato di salire per la prima volta su un ring di Raw, prendendo parte a un dark match dello show rosso al termine della puntata di lunedì scorso, ma non è avvenuto.

Come riferito da Dave Meltzer, infatti, The Freak è stato bloccato da un attacco d'ansia, un problema psicofisico che ha indotto la WWE non solo ad annullare il suo match, ma anche a cancellarne un altro, previsto per il giorno successivo a SmackDown, e a rimandare l'atleta a casa sua, in Colorado, per recuperare la propria serenità (non prima di averlo fatto visitare da un medico specialista).

Ma come è stato vissuto in WWE questo inconveniente? Alla domanda ha risposto Bryan Alvarez, che nel corso di 'Wrestling Observer Live' ha analizzato ciò che è avvenuto a Orlando: "Mi è stato detto che in WWE sono stati molto comprensivi e cortesi con lui, e questo è tutto ciò che so.

La speranza è che ora tutto si sistemi per Lars e che lui possa presentarsi sul ring lunedì prossimo per dare il via al suo viaggio all'interno del main roster, dove è già previsto che quest'anno arrivi a WrestleMania per fare un grandissimo match"

E già sappiamo chi potrebbe essere il suo primo, grandissimo avversario...