Crown Jewel, risposta della WWE ai lottatori che non vogliono andarci


by   |  LETTURE 11133
Crown Jewel, risposta della WWE ai lottatori che non vogliono andarci

Crown Jewel continua a rappresentare un problema per la WWE, dopo che la disputa dello show in Arabia Saudita è stato messo fortemente in discussione dal delicato caso di Jamal Khashoggi, il giornalista scomparso nel consolato saudita in Turchia.

Dopo che la politica si era iniziata a muovere per chiedere la cancellazione dello show (o un suo spostamento), anche gli stessi lottatori hanno espresso il proprio malcontento rivelando a Justin Barrasso di 'Sports Illustrated' di non avere intenzione di lottare in Arabia Saudita, o quantomeno che se ciò avvenisse buona parte del roster sarebbe "scontenta e in imbarazzo".

La WWE, che continua a cercare un modo per sbrogliare la matassa con il minor numero possibile di danni, ha rilasciato una nuova dichiarazione, riportata da 'WrestlingINC', che riporta: "Come sempre in WWE manteniamo una linea di comunicazione aperta con i nostri performer, e allo stesso tempo stiamo continuando a monitorare la situazione".

Crown Jewel, sul sito della WWE, continua ad essere in programma per il 2 novembre e continua a non essere indicata la sede.

Che quindi, fino a nuovo ordine, continuerà ad essere la capitale dell'Arabia Saudita, Riyadh.