Ritorno Shawn Michaels: ecco perché in Arabia Saudita e non a WrestleMania



by   |  LETTURE 3184

Ritorno Shawn Michaels: ecco perché in Arabia Saudita e non a WrestleMania

Shawn Michaels farà ritorno su un ring WWE dopo un'assenza di oltre otto anni, e che sembrava ampiamente definitiva e senza possibilità di ripensamenti. HBK combatterà al fianco dell'eterno amico Triple H a Crown Jewel, evento che avrà luogo il 2 novembre in Arabia Saudita e in cui i due membri della DX affronteranno i Brothers of Destruction, Undertaker e Kane.

Nonostante il luogo in cui si terrà l'evento sia molto lontano da quelli in cui tradizionalmente si è sviluppata la WWE, la compagnia vuole che lo show sia seguito dal più alto numero di spettatori possibile, tanto che anche sui social sta facendo di tutto per aumentare l'hype, come dimostra questo post pubblicato nelle scorse ore su Instagram:

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Who would win this fantasy warfare? DX or Brothers of Destruction?

Un post condiviso da WWE (@wwe) in data:

Ma come mai, dopo una tale attesa, Shawn Michaels ha deciso di tornare in azione in uno show esotico e poco tradizionale invece che, per esempio, a WrestleMania? A questa domanda che molti fan si sono posti ha risposto Paul Davis di 'WrestlingNews.co', e la chiave della vicenda non riguarda solamente i soldi.

Il motivo per cui Crown Jewel sarà così pieno di leggende del passato è da ricercare nella passione per la disciplina del Principe dell'Arabia Saudita, che iniziò a seguire il wrestling a metà anni '90 e ha chiesto alla compagnia di portare nella sua terra il più alto numero di lottatori già in auge in quel periodo. A Stamford sono stati garantiti fiumi di denaro nel caso in cui questa richiesta fosse stata esaudita, ed ecco come magicamente lo Showstopper si è rimangiato ciò che aveva garantito sin dal lontano 2010, ossia che il suo ritiro sarebbe stato definitivo qualunque cosa fosse successa.