"Vince McMahon? Ecco a chi cederà la WWE quando smetterà"


by   |  LETTURE 4608
"Vince McMahon? Ecco a chi cederà la WWE quando smetterà"

Chi sarà l'erede di Vince McMahon? In questo caso non si tratta dell'ennesima storyline sui ruoli di potere all'interno di Raw o SmackDown, ma di una domanda reale. Il Boss della WWE, che prese la compagnia nel 1982 tramutandola in pochi anni da fenomeno territoriale a sensazione mondiale, ha infatti 72 anni e prima o poi bisognerà porsi il tema di una sua successione a capo della baracca.

L'impressione di chi gli sta molto vicino, però, è che Vince non ceda il suo giocattolo a uno dei suoi figli (Shane o Stephanie McMahon), ma a un altro membro della famiglia. Questo è quantomeno ciò che ha affermato in un'intervista a 'Business Insider' Jim Ross, fedelissimo dipendente di Vinnie O'Mac da ormai molti decenni.

"Anche se ha passato i settant'anni, non credo che Vince possa mollare nel giro di poco tempo - ha esordito lo storico telecronista -. Si sta infatti prendendo cura di se stesso in maniera maniacale, è ancora in gran salute e lavora come un pazzo.

Non vuole andare via e nessuno di noi lo vuole. Ma se dovessero chiedermi di tirare a indovinare su chi possa essere il suo successore, e ci tengo a specificare che è solo una mia supposizione, allora direi che sarà Paul Levesque".

Paul Levesque, per chi non lo sapesse, è il vero nome di Triple H, che è il COO (direttore operativo) della compagnia solo secondo storyline, mentre il suo vero ruolo dirigenziale è quello di vicepresidente esecutivo (Talenti/Live Event/Creativo) della WWE, oltre che responsabile unico di un prodotto molto apprezzato dalla critica come NXT.

"La mia impressione è che Vince stia preparando Triple H a prendere le redini dell'azienda in un futuro, lo sta facendo in molti modi diversi - ha spiegato Jim Ross -. Abbiamo sempre saputo che lui era diverso da tutti gli altri, è sempre stato molto studioso e uno che non lascia nulla al caso.

Non beveva, non usava sostanze e già quando era molto giovane dava l'impressione di voler fare carriera pensando all'avvenire". "Il fatto di essere cresciuto come un semplice fan del nordest lo ha fatto partire con il piede giusto, visto che è cresciuto nel New Hampshire.

Poi ha fatto tutti i passi giusti, a partire dagli allenamenti con un ragazzo della vecchia scuola come Killer Kowalski. Sì, forse non esiste un erede migliore di Triple H, nel momento in cui Vince dovesse decidere che è finita", ha concluso l'ex prima voce di Raw.