Daniel Bryan: il suo futuro in WWE divide gli addetti ai lavori


by   |  LETTURE 1135
Daniel Bryan: il suo futuro in WWE divide gli addetti ai lavori

Daniel Bryan sarà certamente uno dei piatti forti in occasione del WWE Superstars Shake Up, l'evento che nelle puntate di Raw e SmackDown di questa settimana permetterà ai due show di scambiarsi alcuni lottatori.

Lo Yes Man è stato ormai svincolato dai suoi compiti dirigenziali, con il ruolo di General Manager di SmackDown ormai assegnato a Paige, e ora potrà concentrarsi solo sull'attività di wrestler. Con quali obiettivi e in quale panorama, però, è al momento tutto da stabilire, tanto da dividere addirittura gli addetti ai lavori.

Lo si è chiaramente capito sulla 'Wrestling Observer Radio', dove i due cronisti più celebri dell'Observer, Dave Meltzer e Bryan Alvarez, hanno indicato soluzioni praticamente opposte per l'American Dragon.

Alvarez ha infatti ipotizzato che, nel caso in cui fossero nello stesso roster, Daniel Bryan e The Miz potrebbero finalmente dare vita a quella faida che è nell'aria sin dal lontano 2016. Opinione non condivisa però da Meltzer, che ha ribattuto: "Si potrebbe anche fare, ma sarebbe un vero spreco per Daniel Bryan.

Non saprei, sarebbe una di quelle situazioni davvero belle da seguire, che però terrebbe Daniel Bryan a un livello più basso rispetto a quello che gli compete. Probabilmente, invece, dovrebbe esibirsi a un gradino superiore rispetto a The Miz.

Non mi dispiacerebbe vederli combattere l'uno contro l'altro, ma al contempo non vorrei che Daniel si impantanasse con The Miz". Alvarez ha poi spiegato come a suo giudizio sia indispensabile tenere Daniel Bryan e Roman Reigns in due opposti roster per ragioni commerciali e di merchandising.

Questa la risposta di Meltzer: "Sì, è vero, potrebbero comportarsi così. Però devono capire che progetti costruire con Daniel Bryan. Voglio dire, potrebbero tenerlo insieme a Nakamura e AJ Styles per dare vita a una faida a tre, ma spero non si facciano bloccare dalla paura di dare vita a incontri non esattamente stellari.

Se guardate la prestazione di WrestleMania, l'impressione è che Daniel Bryan non fosse forte come avrebbe potuto essere. Ma è stato così per il modo particolare con cui hanno costruito il match. A SmackDown invece ha avuto un preavviso di un'ora per preparare il match contro AJ Styles e quindi le persone hanno reagito in un certo modo perché non erano psicologicamente pronte ad assistere a un dream match".

.