Raw potrebbe tornare al suo format originario nei prossimi anni


by   |  LETTURE 1236
Raw potrebbe tornare al suo format originario nei prossimi anni

É stato riferito che l’attuale contratto della WWE con USA Network sarebbe destinato ad esaurirsi nel 2019, a cui si aggiunge l’ulteriore indiscrezione secondo cui la FOX appare seriamente interessata ad accaparrarsi lo show oppure ad acquistare il contatto a titolo definitivo.

Ciò significherebbe soprattutto che sarebbero apportate di conseguenza importanti modifiche all’assetto del prodotto corrente, incluso il ritorno dello spettacolo alla sua durata originaria di due ore complessive anziché le odierne tre.

Il precedente format di Monday Night Raw prevedeva infatti una lunghezza di “soli” 120 minuti, preludio ad una discutibile inversione di tendenza attuata a partire dal luglio del 2012. Da quel momento, tuttavia, si sono registrate numerose polemiche all’interno dell’universo WWE in merito al fatto che si dovesse tornare indietro al format originario.

Secondo il noto giornalista Dave Meltzer di “The Wrestling Observer”, la FOX starebbe attualmente cercando di raggiungere un accordo con la federazione di Stamford per quanto riguarda la proprietà dei diritti televisivi negli anni a venire.

Ricordiamo che la predetta emittente già detiene il monopolio sui diritti della UFC. Questa trattativa potrebbe essere sfruttata dalla WWE anche come strumento di contrattazione al fine di indurre USA Network a siglare un nuovo accordo, il che comporterebbe che non vi sarebbe alcun cambiamento dopo il 2019, a meno che la compagnia non voglia realmente esaminare ciò che FOX abbia da offrire.

Come già sottolineato in precedenza, il ciclo di notizie in programma alle 10 di sera su FOX determinerebbe un ritorno di Raw alla sua durata originaria di due ore con conseguenze imprevedibili, ma permetterebbe inoltre alla federazione di avere molte più attenzioni in termini di audience visto che la FOX costituisce una rete molto più tradizionale rispetto a USA Network.