WWE NEWS
Daniel Bryan, grandi progetti a partire da WrestleMania 34

Daniel Bryan, grandi progetti a partire da WrestleMania 34

-  Letture: 2160
by

Daniel Bryan e la WWE hanno un contratto che li lega fino al 2018. E ci si domanda cosa potrà succedere dopo, in considerazione delle tante voci di un addio a Stamford per andare in un'altra compagnia che magari gli permetta di tornare a combattere.

Ora iniziano a trapelare alcune indiscrezioni su ciò che potrebbe accadere nel prossimo anno. E come la WWE intende muoversi con un proprio dipendente che non solo è uno dei dirigenti più riconoscibili dell'attuale panorama televisivo, ma anche uno dei campioni più amati degli ultimi anni.

Ebbene, secondo una fonte contattata da 'Dirty Sheets' (rubrica sempre più popolare curata da 'Sportskeeda') il 2018 potrebbe essere l'anno dell'introduzione di Daniel Bryan nella WWE Hall of Fame.

Il suo nome, riferisce tale fonte, è ora decisamente più accreditato rispetto a quello di Batista ed è in ballottaggio con quelli di Goldberg e Undertaker.

Con il Becchino che, però, potrebbe vedere la propria induzione arrivare nel 2019 e non già l'anno prossimo. Uno dei motivi per cui la WWE starebbe vagliando l'introduzione di Daniel Bryan proprio l'anno prossimo è che WrestleMania 34 (e con essa la cerimonia della Hall of Fame) si terrà a New Orleans, la città dove Daniel Bryan ha vissuto il momento più alto della sua carriera: la vittoria a WrestleMania XXX del titolo di WWE World Heavyweight Champion, battendo nel main event Batista e Randy Orton dopo aver conquistato il diritto a prendere parte a tale incontro sconfiggendo Triple H nelle fasi iniziali della serata.

Secondo 'Inquisitr' l'introduzione dello Yes Man nella Hall of Fame si può interpretare in due modi diversi e addirittura opposti: da un lato la WWE potrebbe concedere un momento di enorme gloria prima di proporre a Bryan di prolungare il proprio contratto.

Dall'altro potrebbe invece considerare tale momento la celebrazione di tanti anni pieni di gloria ma anche dolori prima del definitivo addio. Un modo speciale per salutare un campione e augurargli buona fortuna altrove (magari in Giappone oppure, come ad inizio carriera, in Ring of Honor).

.