WWE NEWS

Jerry Lawler difende Trump, i fan lo abbandonano

-  Letture: 526
by Marco Enzo Venturini

Molte critiche per The King, entusiasta per il tweet del Presidente degli Stati Uniti contro la CNN. E il telecronista WWE dice la sua.

Donald Trump è stato criticatissimo in tutto il mondo per un tweet di qualche giorno fa, in cui ha criticato la CNN e ha immaginato di stenderla idealmente come fece con Vince McMahon a WrestleMania 23.

Questo intervento social è stato visto di cattivo occhio sia da chi non ama (o non capisce) il wrestling, che ha accusato il presidente di promuovere la violenza e di scagliarsi contro la libera stampa, ma non è stato gradito nemmeno dagli amanti della disciplina.

Non piace infatti che il wrestling sia stato ancora una volta usato come pretesto per fare politica, oltretutto in maniera piuttosto greve e facilona. Non la pensa così però Jerry Lawler. Il popolare The King è noto per le sue forti simpatie repubblicane e conservatrici e addirittura ha ritwittato l'intervento social di Trump.

Questo gli ha causato moltissimi attacchi da parte degli stessi fan della WWE, tanto da indurlo a parlarne nel suo podcast 'Dinner with The King'. "Le reazioni sono state meno negative di quanto mi aspettassi.

Secondo me quel tweet è stato parecchio fico, e non importa chi fosse il Presidente. Sta di fatto che il Presidente degli Stati Uniti è lui, e lui ha pubblicato un tweet nel quale io sono presente (Si sente infatti la sua voce in telecronaca, ndr).

Voglio dire, dai! Non ci sono tante persone che possano dire che sia loro successo qualcosa del genere, perciò ho solo pensato che fosse una figata", ha spiegato il telecronista di lungo corso della WWE. Che poi ha aumentato il carico: "Tutti quanti dovrebbero darsi una calmata.

Quello è stato un tweet divertente. Dovete ammetterlo, che voi amiate Donald Trump o che lo odiate. Il Presidente degli Stati Uniti ha pubblicato un tweet divertente. E allora? Datevi una calmata, che problemi vi fate?".

.

Powered by: World(129)