WWE NEWS

Daniel Bryan svela ciò che pensa realmente di The Miz e CM Punk

-  Letture: 2617
by Marco Enzo Venturini

Intervista a cuore aperto del GM di SmackDown, con qualche risposta a sorpresa.

Daniel Bryan e CM Punk sono colleghi e amici per la pelle e Daniel Bryan odia profondamente The Miz. Convinzioni che chi mastica il wrestling (in particolare quello targato WWE) potrebbe avere. Ma che lo stesso Daniel Bryan ha parzialmente smentito in un'intervista a cuore aperto concessa a 'Sports Illustrated'.

Il General Manager di SmackDown ha parlato a tutto tondo dello show che dirige, ma si è anche soffermato sui rapporti che ha costruito negli anni con alcuni colleghi. A partire da CM Punk, da molti considerato insieme a lui il simbolo dei lottatori WWE meritevoli di ottenere titoli e riconoscimenti, perché maestri della tecnica e figli di una dura gavetta.

In questo diversi da alcuni eterni "protettissimi" della federazione. La realtà, però, non è esattamente così. "Ho sempre rispettato e apprezzato Punk, ma la realtà è che non siamo mai stati intimi - ha ammesso lo Yes Man -.

Abbiamo effettuato lo stesso percorso, ma non per forza abbiamo sempre frequentato lo stesso giro di persone. Certo, ho sempre avuto un grande apprezzamento e rispetto per il suo duro lavoro". Non è tutto: i due infatti si sono sentiti davvero poco negli ultimi anni.

"Non parlo con lui da quando gli ho scritto un messaggio ai tempi in cui si presentò vestito di tutto punto a uno show della UFC per dire che avrebbe combattuto lì. Semplicemente gli scrissi che avevo visto tutto e che mi sembrava una cosa fantastica.

Gli ho augurato che andasse nel migliore dei modi e semplicemente mi disse grazie. Da allora non l'ho mai più sentito", ha ammesso Bryan. Diverso il rapporto con The Miz, forse il suo nemico giurato per antonomasia: "Non ho mai dubitato del fatto che The Miz lavori duro.

Non credo che per avere successo nel wrestling debbano tutti effettuare lo stesso percorso che ho effettuato io. Mia moglie non si è formata nelle indies, ma ha sempre affrontato con intensità e passione questo lavoro.

Come la maggior parte delle Superstar WWE, anche The Miz trascorre 200 giorni all'anno in viaggio ed è uno che lavora anche più della maggior parte dei ragazzi con i media. Insomma, lavora sempre". "Le mie critiche nei suoi riguardi sono sempre state sul fatto che io avrei affrontato certe situazioni in maniera diversa.

Intendiamo il wrestling in maniera diversa, a lui piace avere una villa da un milione di dollari a Los Angeles, io e mia moglie viviamo in una casa grande meno di 450 metri quadrati e siamo molto felici così. Sono diversi modi di vivere, ma io rispetto profondamente ogni Superstar della WWE.

Tutti quanti mettono in gioco davvero molto, stiamo tutti molto lontani dalle nostre famiglie e paghiamo un caro tributo al wrestling con i nostri corpi", ha concluso il GM di SmackDown. .

Powered by: World(129)