WWE NEWS

Jinder Mahal sotto attacco: "E' fatto di steroidi, WWE analizzalo"

-  Letture: 2892
by Marco Enzo Venturini

L'osservazione arriva da un bodybuilder molto attivo sui canali social.

Ma l'esplosione di Jinder Mahal è tutta naturale? La domanda circola insistentemente da mesi, ossia da quando l'indiano si è ripresentato in WWE nel corso della primavera 2017 con un fisico completamente trasformato rispetto a quello mostrato negli anni passati.

Nel frattempo l'ex 3MB è anche diventato WWE Champion e in più occasioni ha ribadito che i suoi cambiamenti sono il frutto di mesi e mesi di lavoro intensivo in palestra e di una dieta che non concede spazio a sgarri di alcun tipo.

Alle parole del Maharaja non crede però Nick Miller, professione bodybuilder, attivissimo su YouTube grazie al canale 'Nick’s Strength and Power'. A suo giudizio, infatti, la trasformazione di Mahal è giustificabile solo in un modo: grazie a un trattamento a base di steroidi.

La sua teoria è stata esposta in un filmato (CLICCA QUI) in cui Miller elenca una serie di sostanze che ritiene possano essere state assunte dal lottatore indiano, andando tra l'altro a pescarle dall'elenco dei prodotti che la WWE ha definito proibiti nella sezione del suo sito internet riservata al Wellness Program.

In più ha fornito quelli che ritiene essere degli indizi a supporto della sua tesi. Si tratta della "estrema vascolarità" di Mahal (in altre parole le sue vene sono molto ben visibili ad occhio nudo), un "livello estremo e quasi irragionevole" di magrezza e di basso contenuto di massa grassa corporea, la velocità nel trasformare un fisico atletico ma normale in quello attuale, oltre che i cambiamenti visibili match dopo match, e infine la ginecomastia (ossia lo sviluppo eccessivo dei capezzoli), valutata come condizione causata da uno squilibrio ormonale o livelli elevati di estrogeni, possibile risultato di un ciclo di steroidi non completamente recuperato.

La conclusione di Miller è che Jinder Mahal dovrebbe essere analizzato dalla WWE per sospetto utilizzo di steroidi, sulla base delle stesse indicazioni fornite dalla WWE nel suo Wellness Program. L'esito di questo test, secondo lui, potrebbe anche indurre la compagnia a privarlo del titolo di WWE Champion.

E la WWE? La federazione ha dato spazio sul proprio sito a un'intervista concessa da Jinder Mahal a GQ nella quale l'indiano dichiarava: "Credo che la gente non si renda conto dei risultati che può dare il duro lavoro.

Nessuno vede quanto io stia lavorando in palestra. Nessuno mi vede fare cardio alla mattina come prima cosa appena sveglio. E in generale la gente sa poco delle diete e degli effetti che una semplice dieta può avere sul proprio corpo.

Anche i bodybuilder prima delle competizioni sono tutti dieta, tagliare i carboidrati e assumere macronutrienti. Basta questo e bere quattro litri di acqua al giorno per trasformarsi completamente". Insomma, la compagnia ha già dato l'impressione di schierarsi dalla parte del suo campione e di credere alla sua naturale esplosione.

Basata sulle tre regole di Hulk Hogan: allenarsi, dire le preghiere e prendere le vitamine. Purché siano semplici vitamine... .

Powered by: World(129)