Cody Rhodes ancora re del merchandising in WWE: l'ultimo record a Clash at the Castle

Il campione WWE è ancora anche campione di vendite per la compagnia: i grandi numeri racimolati anche in Scozia

by Roberto Trenta
SHARE
Cody Rhodes ancora re del merchandising in WWE: l'ultimo record a Clash at the Castle
© WWE TNT Sports/Fair Use

Uno dei volti di punta della WWE degli ultimi anni è indubbiamente quello di Cody Rhodes, atleta che al momento ricopre il ruolo di campione indiscusso WWE e che dopo il suo ritorno dai ring della AEW, solo qualche anno fa, è riuscito nell'impresa di vincere un main event di WrestleMania e di conseguenza il titolo massimo della federazione.

Dopo aver messo fine alla sua faida con la Bloodline di SmackDown, con Roman Reigns che rimane ancora assente dai teleschermi della compagnia dalla sua cocente sconfitta di WrestleMania 40, Cody si è dedicato ad i suoi nuovi sfidanti, con AJ Styles che è stato recentemente battuto anche sui ring della Scozia a Clash at the Castle.
Neanche a dirlo, Cody è riuscito a diventare il re del merchandising venduto anche oltre oceano, con il suo nome che è stato quello che ha venduto più di tutti gli altri della compagnia, facendo l'ennesimo record di vendite di sempre in Scozia, per la WWE. Oltre a Cody, gli oggetti più venduti sono stati quelli di CM Punk e la maglietta "Scotland 3:16" indossata anche da Kevin Owens durante gli eventi scozzesi della WWE.

Cody Rhodes ed il nuovo sfidante arrivato a Clash at the Castle

Il finale del match titolato in Scozia è arrivato quando AJ Styles si è arreso poco prima che Cody Rhodes potesse colpirlo con i gradoni dopo averlo ammanettato alla corda di mezzo, con l’American Nightmare che quindi si è confermato campione ancora una volta, lasciando contenti i fan presenti all’arena.

Il problema è che dopo, mentre stava tornando trionfante nel backstage, lo ha raggiunto in silenzio Solo Sikoa, i due si sono guardati intensamente e poi Tama Tonga e Tonga Loa lo hanno attaccato senza pietà, ma per sua fortuna si sono fatti avanti sia Kevin Owens che Randy Orton per salvarlo e per permettergli di tornare backstage sulle sue gambe, seppur dolorante.

Cody Rhodes
SHARE