WWE NEWS

Randy Orton parla dei suoi traguardi

-  Letture: 912
by Alessio Di Iulio

"Credo di essere sempre lo stesso ragazzo, e dico che soprattutto se ne' è andato il tempo"

Il sito americano Wrestlinginc.com ha rilasciato un'intervista di Randy Orton fatta da WWE.com. Ecco le parti più salienti: Come ci si sente ad essere un veterano, dopo 15 anni di carriera? "Cosa ci si domanda? A essere sinceri, dove sia andato a finire il tempo.

Sono qui da tanto tempo, e sembra che per la maggior parte del tempo io sia stato il ragazzo giovane. Ora ho dei fan barbuti che mi dicono:" Ti seguo da quando ero bambino". Quindi, non so cosa sia successo in tutti questi anni, ma per il poco che ricordo, è stato un viaggio divertente".

È stato The Legend Killer, The Viper e The Apex Predator. Hai trovato difficile il reinventarti negli anni? " No, perché sono sempre stato lo stesso ragazzo. Che fossi The Legend, The Viper, The Apex Predator, nulla è veramente cambiato.

Quando vedo le superstar che hanno avuto 10 personalità diverse... è meraviglioso per me. Questi ragazzi sono davvero talentuosi e sono in grado di fare questo. Io ne sarei in grado? Non lo so. Forse sì, forse no.

Ma penso che il fatto che non sono mai dovuto cambiare sia la prova di ciò che è la mia persona nello show. Che siate stanchi o vi piaccia, sapete che avrete a che fare con me". Quale è il più grande traguardo che ha raggiunto? " Onestamente, non c'è n'è uno solo.

Il campione più giovane; penso di aver vinto più Survivor Series match di chiunque altro, forse sono alla pari di The Ultimate Warrior , ho vinto due Royal Rumble match, ho vinto il Money in the bank ladder match, ho combattuto nel main event di Wrestlemania e ho partecipato 13 volte in quello show, tutte queste cose qui.

Ho rubato lo show diverse volte. Ho combattuto a Seoul, ad Auckland, in Nuova Zelanda. Non c'è una sola cosa, ce ne sono diverse". Quale è la sua RKO preferita? " Probabilmente quella su Evan Bourne.

Dimostra quanto è importante il tempismo, e sento che il tempismo per realizzare quella sia stato più difficile rispetto a tutte le altre. Anche quella su Seth Rollins a Wrestlemania 31 è stata difficile.

Ne ho realizzate alcune belle con Dolph Ziggler e Cesaro e in springboard su Carlito e CM Punk. Il tempismo è ciò che le rende così. Ma la più difficile, la più rischiosa è stata quella su Evan Bourne, ed è probabilmente per questo che è la mia preferita".

.

Powered by: World(129)