La WWE e le tre diverse versioni di Raw in caso di morte di Ric Flair

Nel 2017, quando il due volte WWE Hall of Famer era stato ricoverato per problemi seri di salute, la WWE aveva preparato ben tre diverse edizioni di Raw in caso di morte improvvisa del leggendario wrestler

by Roberto Trenta
SHARE
La WWE e le tre diverse versioni di Raw in caso di morte di Ric Flair
© YouTube All Elite Wrestling / Fair Use

Ric Flair è uno dei wrestler più importanti della storia recente e passata del mondo del pro-wrestling, con il suo nome che è indubbiamente uno dei più importanti insieme ad Hulk Hogan sia della WWF/E che della WCW. Dopo essere stato introdotto per ben due volte nella WWE Hall of Fame, adesso Ric Flair lavora per la AEW, dove ha contribuito con la compagnia di Tony Khan a rendere omaggio a Sting per il suo ultimo match della carriera.

Nonostante l'età, Ric Flair gode ancora di ottima salute, anche se c'è stato un periodo nel 2017, in cui Ric Flair ha rischiato la vita per un'insufficienza renale molto grave. In quel periodo, la WWE ha addirittura preparato ben tre versioni diverse di Monday Night Raw, nel caso Ric non ce la facesse, con tale argomento che è stato affrontato da Mike Mansury, attuale Produttore Esecutivo della AEW, che all'epoca lavorava in WWE come produttore.

Nell'ultimo episodio del Talk Is Jericho, dove era stato invitato, Mansury ha infatti raccontato:

"Ci sono molti momenti che mi sono rimati impressi del mio periodo in WWE. Sicuramente uno dei più tosti e carichi di nervi è stato quando abbiamo fatto Raw e pensavamo che Ric Flair potesse morire da un momento all'altro. Quindi Ric era in una situazione critica e scrivemmo tre edizioni diverse di Monday Night Raw. Avevamo quella che poi è andata normalmente in onda, una versione in cui Ric, che Dio lo benedica, moriva prima dello show ed una in cui sarebbe morto durante lo show.
Ci tenevamo continuamente in comunicazione con la famiglia e ricordo che è stata una delle esperienze peggiori della mia vita. Sentivo enormemente la pressione della situazione. Era una situazione da crisi di nervi, ma grazie a Dio ne siamo usciti. Lui è vivo e sta meglio che mai, dopo tutti questi anni, ma è stato decisamente uno show che non riuscirò mai a levarmi dalla testa
".

Ric Flair e le critiche sul documentario per la WCW

Al momento, ci sarebbe in uscita una nuova docu-serie dedicata alla WCW, alla nascita, la vita e la morte della federazione rivale della WWE per eccellenza, con Ric Flair che si è voluto scagliare contro tale prodotto televisivo, per non essere stato chiamato nemmeno per un'intervista in merito.
Sul suo profilo Instagram, Flair non le ha infatti mandate a dire, scrivendo:

"Come sempre sempre più me**a, nessuna intervista a Ric Flair che è stato la WCW e che ha creato tutti per 20 anni. Portata avanti dalle stesse persone che hanno ucciso la compagnia. Che imbarazzo!! Un documentario sulla WCW senza di me! E in accordo con Eric Bischoff e 83 Weeks, io sono stato il più grande wrestler WCW ed ho aiutato tutti ad essere creati all'interno della compagnia, quindi non ci sarebbe nessuno senza di me. I diamanti sono per sempre e così è Ric Flair! Per voi hater, per favore andate su 83 Weeks con Eric Bischoff se avete problemi!!".

Raw Ric Flair
SHARE