WWE e NOAH ancora vicine ad una collaborazione: l’annuncio

Sembra che Triple H non abbia intenzione di porre fine ai rapporti che ha creato con federazioni esterne

by Rachele Gagliardi
SHARE
WWE e NOAH ancora vicine ad una collaborazione: l’annuncio
© NOAH/Fair Use

A fine ottobre 2022, era stato annunciato sui profili ufficiali della NOAH e anche sui profili social dello stesso Shinsuke Nakamura, che il wrestler attualmente sotto contratto con la WWE, avrebbe preso un volo per il Giappone per lottare contro la leggenda The Great Muta. In particolar modo questo scontro sarebbe avvenuto il primo gennaio 2023 allo show NOAH The New Year 2023 e così è stato.

E dopo che questa collaborazione, che è stata resa possibile dalla gestione Triple H, ha avuto un grande successo, sembra proprio che la WWE e la NOAH siano pronte a portare la loro partnership ad un livello successivo tramite CyberFight, ovvero una compagnia parente della NOAH.

A parlarne è stato Yasuaki Okamoto, nuovo Presidente della CyberFight Inc. durante una press conference dove ha detto che uno dei suoi obiettivi è quello di: “Fortificare la relazione con la WWE.” Inoltre, Kenji Muto è stato ancora promosso a Scouting Advisor della NOAH, dopo esser stato introdotto nella WWE Hall Of Fame classe 2023, segno che forse qualcosa davvero si sta muovendo tra le due parti.

Shisuke Nakamura e il messaggio di Triple H dopo il match in NOAH

Parlando con Tokyo Sports, Nakamura ha riflettuto diverso tempo fa sul match, precisando che una volta svegliato da una bella dormita, ha iniziato a pensare di aver vissuto in realtà un bellissimo sogno: “Credo che il modo migliore per descriverlo è che era davvero il mio primo sogno. Quando mi sono svegliato questa mattina, ero sconvolto e ho pensato: 'Forse era davvero un sogno... non ho ancora avuto un incontro, vero?' Ero sconvolto. Sono stato davvero in grado di espormi al mondo, dal momento in cui sono entrato sul ring al momento in cui l’ho lasciato", ha detto Nakamura.

Il wrestler nipponico ha anche dichiarato che Paul Levesque, WWE Chief Content Officer, gli ha scritto un messaggio di supporto dicendogli che era grato di sapere che aveva avuto quello che tanto desiderava.

Triple H
SHARE