Un nuovo accordo tra WWE e Arabia Saudita porta la Royal Rumble in Asia

Dopo i primi rumors sui Big Four della WWE che potrebbero essere tenuti in Arabia, arriva un importante aggiornamenti dai diretti interessati

by Roberto Trenta
SHARE
Un nuovo accordo tra WWE e Arabia Saudita porta la Royal Rumble in Asia
© WWE/Fair Use

Nelle ultime settimane, la WWE ha iniziato a costruire il suo nuovo PLE che verrà mandato in scena a fine mese dai ring di Riyad, in Arabia Saudita, con King & Queen of the Ring che vedrà incoronare i nuovi re e regina della compagnia di Stamford, dopo uno stop di circa tre anni dall'ultima edizione dei tornei.

A quanto pare, però, il principato del paese asiatico starebbe puntando ancora più in alto con la WWE, tentando di portare anche qualche Big Four sui suoi ring, come ad esempio la Royal Rumble o addirittura WrestleMania. Se inizialmente la cosa sembrava essere solo un rumor non ancora confermato, adesso arriva la conferma dalle parole di Turki Alalshikh, il Chairman dell'Autorità Generale dell'Intrattenimento dell'Arabia Saudita, il quale intervistato dalla ESPN, ha parlato del nuovo accordo che sta cercando di strappare alla WWE e quindi alla TKO.

Queste le parole di Mike Coppinger di ESPN e poi la risposta di Alalshikh:

"Alalshikh ha detto che c'è un accordo con la WWE che verrà annunciato più avanti questo mese. Nello specifico, Alalshikh sta cercando di portare l'annuale Royal Rumble di Gennaio o un altro evento top WWE, tipo WrestleMania, in Arabia Saudita".

Questa invece la risposta del Chairman arabo:

"Stiamo parlando dell'edizione (della Royal Rumble ndr) 2026-2027".

WWE e Arabia ancora più unite senza Vince McMahon

Le parole di Mark Shapiro in una delle sue ultime interviste, hanno restituito un quadro completamente diverso dai timori legati alla nuova gestione della WWE in merito agli accordi siglati da Vince McMahon con il principato.

Quello che voglio dire è, ricordiamolo, che c'è un rapporto forte e sano tra il Regno Saudita e la WWE, lo dimostrano i due eventi all'anno che la federazione svolge nel paese saudita. E mi limiterò a ricordare che...

Quegli accordi erano principalmente e fortemente legati a Vince McMahon, il che ha portato a molte speculazioni sul fatto che Vince se ne fosse andato: alcuni temevano che il suo addio avrebbe avuto un impatto negativo sugli accordi, o addirittura che i sauditi potessero cercare di uscirne.

Ma posso dire con orgoglio che Nick Khan, in particolare, ha sviluppato, sostenuto, coltivato e nutrito un rapporto molto, molto forte nel passaggio di consegne. Tra Nick Khan e gli emissari sauditi c'è molta fiducia reciproca”.

Arabia Saudita Royal Rumble
SHARE