Zilla Fatu: “Voglio raggiungere la Bloodline in WWE, sono fiero di farne parte”

Il figlio di Umaga non ha dubbi su quello che deve essere il suo futuro nel professional wrestling, fiero delle proprie origini

by Rachele Gagliardi
SHARE
Zilla Fatu: “Voglio raggiungere la Bloodline in WWE, sono fiero di farne parte”
© Zilla Fatu Twitter/Fair Use

Nel 2023, Zilla Fatu, figlio della nota leggenda samoana Umaga, aveva fatto il suo debutto nella Reality Of Wrestling, la federazione indipendente che gestisce Booker T insieme a sua moglie Sharmell, dove come abbiamo visto più volte, sono coinvolti sia talenti che stanno emergendo, sia talenti presi da NXT, show dove l’ex King Booker fa da commentatore. Il giovane wrestler infatti, aveva debuttato nell’evento estivo Summer of Champions, tuttavia si era poi allontanato dalla federazione per divergenze con Booker T, ma alla fine, sono riusciti a chiarire e lui è tornato.

E mentre il giovane prosegue così la sua formazione e carriera nelle federazioni indipendenti, in WWE intanto la Bloodline continua a dominare la scena, e di questo ha parlato proprio Zilla Fatu intervistato da Joey Franchize quando gli è stato chiesto un commento su cosa significa per lui essere parte della Bloodline nella vita reale:

"Ci si sente bene, Uce. Ci si sente bene. Sono felice. Mi sento come se tutti lo meritassimo perché ci sono persone che hanno fatto questo prima di noi. Devo essere riconoscente alle persone che sono venute prima di me, come Afa e Sika, come Snuka e The Rock e Peter Maivia. Quei ragazzi hanno dato il via a tutto questo per la nostra famiglia. Poi ovviamente Rikishi, mio zio, [Yokozuna], loro tutti lo elevano [il professional wrestling] ad un livello altissimo. Poi c'è Roman [Reigns], The Usos, The Bloodline, che lo portano ad un altro livello ancora. Quindi è davvero una cosa di famiglia, sul serio, e sono così felice e fortunato di farne parte. Anch'io sto arrivando. Come ho detto, sono nelle Indies, ma non ho fretta.

Andrà presto in WWE?

Quando gli è stato chiesto se preferirebbe andare in AEW o in WWE, lui ha risposto: WWE. L’obiettivo principale è quello. Come ho detto, la mia famiglia ha una lunga storia con la WWE. Allo stesso tempo, non voglio essere il primo Fatu o Anoai ad andare in AEW

Non voglio interrompere quel ciclo. Ma deve avere senso perché il viaggio di ognuno è diverso. Il mio viaggio è diverso. La mia storia è diversa da quella di Solo, da quella degli Usos, da quella di Roman e Jacob [Fatu]. Sono seduto dall’altra parte del tavolo [ride].”

Bloodline
SHARE