WWE: Logan Paul risponde alle aspre critiche di Ronda Rousey

Dopo averne sentite di cotte e di crude contro la WWE ed i suoi protagonisti, la Baddest Woman on the Planet riceve la risposta dal campione degli Stati Uniti

by Roberto Trenta
SHARE
WWE: Logan Paul risponde alle aspre critiche di Ronda Rousey
© X / Fair Use

Negli ultimi mesi, abbiamo riportato diverse dichiarazioni da parte dell'ex campionessa femminile della WWE e della UFC, Ronda Rousey, una delle atlete più famose nel panorama delle MMA e del mondo del pro-wrestling, che dopo aver lottato per anni sugli octagon della UFC aveva deciso di intraprendere una breve carriera sui ring della famiglia McMahon.

Dopo aver abbandonato la WWE, però, Ronda ha iniziato a lanciare offese e calunnie nei confronti della disciplina del pro-wrestling e verso i suoi ex colleghi, accusandoli di praticare uno "sport falso o fasullo" e di essere al centro di un mondo malato e con una politica maschilista e retrograda. Nelle ultime dichiarazioni della Rousey, era stato coinvolto anche l'attuale campione degli Stati Uniti della WWE: Logan Paul, con il Maverick della WWE che era stato accusato di essere "raccomandato" e di avere un'agenda molto più leggera dei colleghi.
La risposta di Logan non ha però tardato ad arrivare, con il campione US della WWE che è intervenuto nel podcast del fratello, il pugile Jake Paul, per dire:

"Ho un sacco di rispetto per Ronda Rousey. Ogni volta che l'ho incontrata, è sempre stata una cosa amichevole. Quindi, quando ha detto quelle cose, non penso fosse un attacco personale nei miei confronti, in nessun modo. Non credo se la fosse presa con me. Sento più che altro che mi abbia usato come esempio per esprimere la sua insoddisfazione su come era stata trattata dalla WWE, ma non posso dirlo con certezza, non sapendo come la WWE l'abbia realmente trattata".

Le ultime dichiarazioni di Ronda Rousey sul wrestling

Nell'ultima e recente comparsata al podcast di Steve-O, al Wild Ride podcast, Ronda aveva lanciato una forte stoccata al pro-wrestling, dicendo:

“Il wrestling viene scritto. C’è un’idea alla base. Lavorano tutti insieme. Mi piace collegarlo al pattinaggio artistico. Due persone insieme creano una performance. Come ama dire Shayna [Baszler], ‘Non esiste un modo per fingere di prendere una sediata.’ In realtà vieni colpito da una sedia. Inoltre non è una competizione. Molti wrestler diranno che è reale e che hanno subito degli infortuni. Personalmente penso che come competitor in uno sport reale non sono mai preoccupata di infortunarmi. Piuttosto sono preoccupata per una sconfitta. Questa è la parte più stressante, gli infortuni non sono affatto la cosa che mi passa per la testa. Non è questo ciò che lo rende reale o complicato. È l’incertezza del risultato. 

Quando le persone dicono che è uno sport vero, no, il wrestling non è uno sport. È una prestazione molto intensa, per la quale nutro molto rispetto, ma non è uno sport. Se hai avuto a che fare con lo stress e l’ansia che derivano dalla competizione, non puoi definirlo uno sport. È molto complicato, è molto fisico, ma non è uno sport' ".

Logan Paul Ronda Rousey
SHARE