Kevin Owens fa un regalo ad un piccolo fan nell’Elimination Chamber Match: il gesto

Il canadese ci regala un easter egg all'interno dell'EC maschile come dedica ad un fan speciale

by Rachele Gagliardi
SHARE
Kevin Owens fa un regalo ad un piccolo fan nell’Elimination Chamber Match: il gesto
© WWE YouTube/Fair Use

Kevin Owens è riuscito a qualificarsi di recente per poter partecipare al Men's Elimination Chamber Match in quel di Perth in Australia in occasione del Premium Live Event che dà il nome a tale match, andando a scontrarsi con: Logan Paul, Drew McIntyre, Bobby Lashley, Randy Orton e LA Knight.

Anche se purtroppo non è riuscito a vincere, con la sua che era la seconda partecipazione in un match di questo tipo dopo quella nel 2021, ha fatto una cosa molto speciale per un piccolo fan che ha incontrato qualche ora prima dell’evento tramite un incontro organizzato dalla WWE per Make-A-Wish.

Come spiegato dal tavolo di commento infatti, questo fan speciale ha chiesto a Kevin Owens se poteva fare una Chokeslam durante l’Elimination Chamber Match, una mossa che non rientra tra quelle che utilizza tipicamente il Prizefighter, che nonostante questo, ha deciso di farla per rendere felice il ragazzino.

Ancora una volta, il canadese si è dimostrato una persona veramente meravigliosa che continua a legare con il WWE Universe come quasi nessuno è riuscito a fare, regalandoci questi momenti bellissimi e pieni di significato, segno che il wrestling è anche qualcosa di più di uomini e donne che si battono sul ring.

Quando KO rischiò di lasciare il professional wrestling

Il Prizefighter ha più di due decenni di esperienza nel mondo del wrestling professionistico, e ha trascorso finora nove anni in WWE. Tuttavia, non tutto il suo periodo nella compagnia di Stamford è stato semplice. Nel corso di un'intervista concessa al giornalista Ariel Helwani di 'TNT Sports', infatti, Kevin Owens ha rivelato di aver smesso di godersi il wrestling nel 2018 perché non stava facendo nulla di così significativo come avrebbe voluto. Ciò includeva le sue faide con Bobby Lashley e Braun Strowman.

"Nel 2018 penso di aver attraversato un punto davvero basso per me in WWE - ha spiegato Kevin Owens -, perché ricordo che stavo facendo cose che non pensavo fossero così importanti come avrebbero potuto essere. Pensavo di non essere messo in mostra come avrei dovuto, il che è qualcosa che tutti a un certo punto della loro carriera affronteranno e sentiranno. E questo lo capisco. Niente contro quei ragazzi, ma letteralmente, ero solo un manichino da crash test - si è lamentato il canadese -. Ho fatto molto bene, perché ci ho messo tutto quello che avevo. Ma ha anche messo a dura prova il mio corpo e, alla fine del 2018, dissi a me stesso che sentivo il bisogno di una pausa. Volevo fermarmi, il wrestling non mi piaceva più.

Kevin Owens
SHARE