Un'altra ex campionessa WWE si qualifica per l'Elimination Chamber match



by ROBERTO TRENTA

Un'altra ex campionessa WWE si qualifica per l'Elimination Chamber match
© Twitter WWE/Fair Use

Durante le ultime puntate di Monday Niight Raw di questa notte e di Friday Night SmackDown di venerdì scorso, abbiamo visto la WWE andare ad aggiungere diverse Superstar ai suoi due Elimination Chamber match nell'omonimo ppv della WWE, che andrà in onda tra qualche giorno a Perth, in Australia.

Anche questa notte, ci sono stati ben tre match di qualificazione per i due match all'interno della gabbia, che saranno validi per il n°1 contender ai titoli di Rhea Ripley (o Nia Jax) e Seth Rollins in vista di WrestleMania XL. Se dal lato maschile, ad essere aggiunti alla contesa all'interno della gabbia sono stati Bobby Lashley ed LA Knight, da quello femminile invece è stata la volta di Liv Morgan.
L'ex campionessa di Friday Night SmackDown, è infatti stata la vincitrice del match contro Zoey Stark, valido per un posto all'interno della Chamber, con la rientrante della Rumble che andrà così a contendersi uno degli spot più importanti di una delle due serate di WrestleMania, con alcune delle colleghe più importanti della federazione.

Il nome della Morgan, si aggiunge infatti a quelli già qualificati di Becky Lynch e di Bianca Belair.

Liv Morgan e la caduta delle accuse in tribunale

Dopo essere stata arrestata qualche mese fa dalla polizia della Florida per possesso di droga, la ragazza era stata subito rilasciata dalla polizia, dopo il pagamento di una cauzione abbastanza salata e di lei non si era saputo nulla fino al suo ingresso a sorpresa nella Royal Rumble femminile di Gennaio. A quanto pare, secondo quanto riportato dalle pagine di Ringside News, il suo caso giudiziario sarebbe stato chiuso, grazie al lavoro di uno dei migliori avvocati degli Stati Uniti, che si occupano di queste faccende da anni.

Grazie al pagamento di una multa di 543 dollari, la ragazza ha chiuso la risoluzione legale che aveva in sospeso, accettando l'assoluzione del giudice, con un patteggiamento, che non vuol dire però che la ragazza abbia ammesso la sua colpa e quindi non è stata giudicata colpevole.
Si chiude così il caso Liv Morgan con il tribunale della Florida, con la ragazza che ha schivato una pallottola critica per la sua carriera, sperando non si cacci più nei guai.

Becky Lynch Bianca Belair